I servizi di Milano per le donne

Lavoro e studio

Servizi che - in alcune situazioni specifiche - i Centri Milano Donna (CMD) e alcuni enti del Terzo settore (associazioni, fondazioni, organizzazioni di volontariato e cooperative sociali) offrono alle donne.

Consulenza individuale e incontri di gruppo per un supporto nella definizione del proprio profilo professionale e nel processo di ricerca del lavoro (bilancio di competenze, stesura del curriculum vitae, strumenti di ricerca attiva, e così via), è la proposta di "WeWorld", insieme ai volontari del "Gruppo Axa", che lavorano nel settore delle risorse umane.

Info: Tel. 02-91761244 - Whatsapp 345-0279250 - email: progettodonna@weworld.it - facebook - sito.

Salute

Iniziative volte al benessere fisico e psicologico delle donne, servizi di consulenza, corsi di yoga gratuiti, incontri di aiuto e racconto per le donne anziane, gruppi di auto-aiuto e corsi di lingua.

Il Municipio 8 ha realizzato un elenco di numeri telefonici per l’emergenza sanitaria

Sportello di supporto per le donne:
Qui rispondono le psicologhe  e le operatrici del 'Centro Milano Donna 8'. Il numero è attivo anche per servizi di orientamento e richieste di tipo sociale, come la spesa a domicilio.
Info: Cellulare 3922430294 - dal lunedì al venerdì - dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18

Sportelli di ascolto psicologico:

  • Ats della Città Metropolitana - Info: tel. 0295782797 - dal lunedì al venerdì - dalle 9 alle 16
  • Spazio aperto servizi - Info: tel. 023272485
  • Associazione 'Errante' - Info: cellulare 3756324205 - dal lunedì al venerdì - dalle 14 alle-17
  • Associazione 'Pontes' - Info: cellulare 3282438128 - in lingua araba: cellulare 3282438238
  • Associazione 'Aras' - Sportello di relazione d’aiuto - Info: tel. 0273953926
  • Associazione 'La caramella buona', attivo in particolare per i casi di pedofilia e maltrattamento. - Info: tel. 0236751128 - dal lunedì al venerdì - dalle 10 alle 18

Supporto alle famiglie
Progetto 'QuBi', realizzato dalla fondazione Cariplo, con il Comune di Milano per contrastare la povertà infantile.

  • Lunedì - dalle 10 alle 11.30 - cellulare 3292430294
  • Mercoledì - dalle 10 alle 11.30 - cellulare 3451552523      
  • Venerdì - dalle 10 alle 11.30 - cellulare 3939226550                

Per affrontare il dolore del lutto e la separazione
Associazione 'Auto Mutuo Aiuto' di Milano, Monza e Brianza.
Info: cellulare 339 107373 - 3299138393

Informazione sulle misure del decreto legge 'Cura Italia'

  • Associazione 'Elsa', uno sportello anti-crisi che fornisce gratuitamente assistenza di tipo legale ed economica - Info: email sportello.elsa@gmail.com
  • Associazione 'Pontes', fornisce gli stessi servizi ma in lingua araba - Info: cellulare 3209736125

Per affrontare l'emergenza sanitaria del Coronavirus

Oltre allo 020202 (il numero telefonico di "Milano Aiuta", dedicato dal Comune di Milano ai cittadini over 65 e alle persone più fragili e a rischio), ecco altri cinque numeri di telefono che aiutano i cittadini di Milano e della Regione Lombardia ad affrontare l’emergenza "Covid-19".

112
E' il centralino unico regionale per le emergenze,non è un espressamente dedicato al Coronavirus ma a qualsiasi tipo di emergenza, da quelle sanitarie a quelle relative alla sicurezza.    

800.894545
È il numero verde dedicato a chi ritiene di avere sintomi del Coronavirus per chiedere indicazioni sulla struttura alla quale rivolgersi.

1500
È il numero di pubblica utilità attivato dal ministero della Salute per rispondere alle  domande dei cittadini sul Coronavirus. Rispondono dirigenti sanitari e mediatori culturali.

800.318.318
È il numero verde che aiuta nell'attivazione di una serie di servizi come la consultazione di ricette on-line o la consegna a casa di spesa e farmaci.

800.942.425
È il numero verde dedicato ai pazienti affetti da diabete che hanno bisogno di informazioni e supporto in questi giorni di isolamento sociale e di riduzione di visite e prestazioni ambulatoriali.

Per affrontare l’emergenza, proteggendo soprattutto i più deboli, è attivo in città “Milano Aiuta”, servizio di informazioni che, attraverso il n. telefonico 02.02.02 il Comune di Milano dedica alle donne e agli uomini che hanno più di 65 anni e alle persone fragili più a rischio in caso di contagio da Coronavirus.

Chiamando lo 02.02.02 - dalle 8 alle 20 - dal lunedì al sabato, si ottengono le informazioni sugli aiuti che la città ha messo in campo per affrontare l’emergenza.
Gli operatori del centralino forniscono tutte le informazioni utili sulle iniziative e i servizi con particolare evidenza per le esigenze primarie, come l’acquisto di farmaci, il ritiro delle ricette mediche, la distribuzione dei pasti e la consegna a domicilio di generi alimentari.

Nei casi in cui sia riscontrata la necessità di un ascolto più competente il centralino potrà inoltrare la richiesta a operatori sociali, coordinati dall'assessorato alle Politiche sociali e abitative.
In particolare i custodi sociali, i servizi territoriali di ogni Municipio, la rete dei servizi Wemi sono impegnati nella ricerca di soluzioni che permettano ai più fragili di superare i momenti di difficoltà in questa fase nella quale la richiesta è quella di rimanere in casa.

La Società italiana di psicologia dell’emergenza (Sipem), che fa parte dell’elenco nazionale delle strutture operative della Protezione Civile, organizza un servizio gratuito di supporto telefonico rivolto in particolare alle cittadine e ai cittadini che si trovano ad affrontare in isolamento l’emergenza "Coronavirus", perché vivono soli o sono in quarantena.
Al servizio rispondono gli psicologi volontari di "Sipem - Sos Lombardia".

Info: Per accedere al servizio si può inviare una email all’indirizzo: sipemsoslombardia@gmail.com fornendo il proprio recapito telefonico oppure un sms o via Whatsapp al n. 379-1898986.

Nelle 48 ore successive all'invio della richiesta, uno psicologo volontario della "Sipem - Sos Lombardia" ricontatterà il cittadino per fissare un colloquio telefonico (anche via Whatsapp o Skype). Il servizio è attivo tutti i giorni, anche il sabato e la domenica.

Anche Ats (Azienda tutela della salute) della Città Metropolitana di Milano ha attivato un servizio telefonico di ascolto e di supporto psicologico per chi è in isolamento e per tutti i cittadini che vivono la situazione di emergenza "Coronavirus" con disagio psicologico.

Lo sportello è gestito da professionisti (psicologi e psichiatri) di Ats Milano, e offre uno spazio di ascolto, accoglienza, confronto e sostegno ai cittadini.

Info: Lo sportello telefonico Ats è attivo dal lunedì al venerdì - dalle 9 alle 16 - al n. 02-85782797.

Un servizio a distanza per l'Alzheimer

A Niguarda è attivo il supporto di servizio a distanza per i malati di Alzheimer.

Per le donne spesso impegnate nella cura degli anziani è utile segnalare un'iniziativa del Centro di neuro-psicologia cognitiva, che si occupa di Alzheimer e di altre forme di demenza, oltre che di disturbi dell'apprendimento.

Durante l’emergenza Covid-19 il centro di Niguarda ha attivato una serie di servizi a distanza (telefonici e di video-chiamate) per fornire consulti, supporto psicologico ai familiari dei pazienti con Alzheimer e sedute di stimolazione cognitiva per i pazienti già in carico con un disturbo cognitivo lieve.

Il Centro riceve le chiamate al n. 02-6444.2126 - dalle 9 alle 16 - dal lunedì al venerdì.

Nasce a Milano, con il patrocinio del Consolato Argentino, un nuovo servizio telefonico gratuito di consultazione psicologica per le persone di origine latino-americana che vivono situazioni di ansia, stress e disagio legate all'emergenza sanitaria.

Il servizio, anche in lingua spagnola, è attivato dalle associazioni 'Kairos onlus' - '24marzo.it' - 'Proficua - Amici di Proficua', impegnate nelle problematiche legate all'immigrazione e ai dritti umani.

L’equipe è composta da professionisti psicologi, educatori e assistenti sociali esperti nel sostegno alla persona in condizioni di emergenza, in contatto costante con le reti sanitarie e assistenziali del territorio.

Il servizio di consultazione può essere richiesto inviando un messaggio tramite Whatsapp al n. tel.: 347-2959852 oppure una email a: abrazo@24marzo.it (specificando nome, cognome e numero del documento d'identità dell’interessato).

Info: https://www.facebook.com/milanocittamondo - www.24marzo.it

Alla "Casa delle Donne" riprendono i corsi di ginnastica, di bio-danza e di yoga del gruppo "Benessere", che puntano a mantenere il giusto equilibrio fra mente e corpo, per aumentare forza, tonicità e flessibilità, e per migliorare la respirazione e a regalare buon umore.

I corsi, caratterizzati da una atmosfera affettuosa, si svolgono in uno spazio accogliente:

  • Biodanza: sistema "Rolando Toro", musica e movimenti verso armonia, gioia di vivere, sviluppo potenziali, riduzione dello stress, buone relazioni;
  • Bioenergetica: disciplina olistica, pratica movimenti lenti guidati dal respiro per sciogliere blocchi energetici e ripristinare integrazione tra corpo e mente;
  • Danza e "Body mind centering": danzare con ogni cellula, percepire le strutture del corpo plasmando lo spazio nel fluire dell’energia e nella dinamica della forma;
  • Ginnastica posturale: riorganizzare schemi di movimento e abitudini posturali scorrette, attraverso respiro, percezione somatica, tonificazione e allungamento;
  • Ginnastica armonica: movimento per ritrovare scioltezza, armonia e giusta tonicità per affrontare il logorio della vita moderna;
  • Metodo "Feldenkrais": apprendimento neuro-motorio per migliorare auto-organizzazione e abilità, per risolvere il mal di schiena, i comportamenti non funzionali e anti-stress.
  • Più donne: percorso di rieducazione perineale, di conoscenza della fisiologia femminile e dell'intimità con l'ostetrica;
  • Qi gong salutistico: pratica taoista millenaria che insegna ad armonizzare la mente e il corpo;
  • Yoga nelle varianti "Integral" e "Kundalini".

Info: email benessere@casadonnemilano.it  - sito Casa delle Donne.

Casa delle Donne - via Marsala, 8 - Milano

Un appuntamento rivolto alle donne di tutte le età per condividere attività e momenti di riflessione volti alla crescita e al benessere personale. In un clima accogliente, tra un tè e un caffè, ci si occupa di consapevolezza, cura di sé, dei temi che riguardano la vita delle donne.
Le mamme possono partecipare assieme ai loro bambini di massimo sei mesi.

Ogni venerdì - dalle 10:30 alle 12:30 - Ingresso libero, con prenotazione.

Info: Tel. 02-91761244 - Whatsapp 345-0279250 - email: progettodonna@weworld.it

Punto Donna - via Gonin, 7 - Milano

Il mio valore: un corso per stare bene

Un percorso guidato da pedagogiste, insegnanti di yoga ed esperte in alimentazione per porsi in ascolto del proprio corpo, attraverso pratiche di rilassamento, yoga e meditazione.
Le esperte offrono anche consulenza sulla alimentazione.

Ogni martedì - dalle 13:30 alle 15:30 - Ingresso libero.
 

Libri da scoprire insieme

Ci si confronta sui temi di un libro scelto insieme, davanti a una tazza di tè o a un aperitivo, in compagnia delle operatrici e delle educatrici di "Punto Donna".

Ogni mercoledì - dalle 18 alle 19:30 - Ingresso libero.
 

Info: Tel. 02-91761244 - Whatsapp 345-0279250 - email: progettodonna@weworld.it
 

Punto Donna - via Gonin,7 - Milano

In occasione della campagna "Nastro rosa", per la prevenzione del tumore al seno, il Municipio 3 ha proposto lo scorso ottobre, due seminari sulla prevenzione del tumore al seno e sulla importanza della diagnosi precoce.

A illustrare i fattori di rischio di questo tumore, che in Italia colpisce una donna su dieci, sono stati il dott. Alessandro Rasponi, oncologo, e il dott. Davide Romeo, biologo e nutrizionista, entrambi della Lilt (Lega italiana per la lotta ai tumori) di Milano.

Durante gli incontri sono stati presentati gli stili di vita salutari e gli esami che consentono di diagnosticare il tumore in tempo.  In particolare, per quanto riguarda la prevenzione primaria, è stato affrontato il tema dell’alimentazione (secondo l'ultimo rapporto del WCRF (World Cancer Resesarch Fund) pubblicato nel 2018, il 30 per cento delle cause esterne dei tumori deriva proprio da ciò che si mangia. 

Info: legatumori.mi.it

Inoltre, con lo slogan "Prevenire è vivere", sono state tenute delle visite senologiche gratuite nelle seguenti date:

  • sabato 5 ottobre 2019 - dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16
  • sabato 12 ottobre 2019 - dalle 9 alle 12 e dalle 13 alle 16

Per Info e prenotazioni sui prossimi appuntamenti: diagnosiprecoce@legatumori.mi.it (specificando nell'oggetto Municipio 3).


Municipio 3 (Sala Galli), via Sansovino, 9 - Milano.
 

La cooperativa sociale "Paloma 2000" lavora dal 1998 nel campo della assistenza socio-sanitaria. Nella sede inaugurata lo scorso anno, tra le varie attività, la cooperativa propone un ciclo di incontri di educazione alla salute dedicati a tutti, ma con particolare attenzione alle donne.

Si tratta di occasioni preziose per avere un confronto con esperti sulle proprie abitudini di vita.

Gli incontri gratuiti, sono realizzati in collaborazione con il Comune di Milano.

Info: tel. 02-29536073 oppure asl@paloma2000.it

Municipio 8, via Consolini, 18 - Milano.
 

Famiglia

Iniziative economiche a supporto della famiglia e segnalazione della “Bebè card” e di sostegno morale e psicologico alla genitorialità, mediante incontri con i genitori di figli piccoli e adolescenti, e attività educative.

Milano non lascia indietro nessuno, soprattutto i bambini

A dirlo è il Sindaco, Giuseppe Sala che - attraverso Facebook - comunica alla città la rassicurante notizia che tutte le  bambine e i bambini milanesi a settembre troveranno  posto nei nidi comunali, nella scuola dell’infanzia e in quella primaria.

La Giunta ha approvato un piano straordinario per 293 nuove assunzioni che consentirà lo svolgimento delle attività educative per 9 ore al giorno (dalle 7.30 alle 16.30) per tutti i 30mila bambini - da zero e sei anni - già iscritti.
Tutto nel rispetto delle norme di sicurezza perché il Comune ha stanziato un milione di Euro per dispositivi, sanificazioni e test sierologici per la fase dell'accoglienza.

Anche il comparto privato sarà supportato attraverso una erogazione di parte dei fondi per il Mutuo soccorso. 

Siete alla ricerca di una baby sitter, di una badante, di qualcuno che vi aiuti nel trasloco, di un educatore per vostro figlio oppure di un esperto che vi consigli nella gestione del bilancio familiare? Basta cliccare su WeMi per trovare risposta a queste e a molte altre domande.

Il sito online “Milano Famiglie” del Comune di Milano, recentemente rinnovato, si trova all'interno del portale WeMi  (Welfare Milano), nato per far conoscere alle cittadine e ai cittadini i servizi forniti da decine di enti e cooperative. I servizi - proposti da associazioni e cooperative certificate da Palazzo Marino - possono essere utilizzati da tutti e vengono pagati in base al proprio reddito.

Oltre al sito, ci sono gli spazi fisici, gli otto punti WeMI, aperti al pubblico e gestiti da associazioni e cooperative che collaborano con il Comune in diverse zone della città:

Info: Gli spazi WeMI, aperti al pubblico.

Consulenza psicologica nel rapporto con i figli

Lo "Spazio Donna", gestito dall'associazione WeWorld offre tra le altre iniziative molte attività specifiche per favorire il rapporto genitori-figli.
Si tratta di un incontro privato della durata di un’ora circa con una psicologa per affrontare le problematiche legate al rapporto con i figli, ma anche per altri disagi.
Due volte la settimana, il martedì e il venerdì - dalle 10:30 alle 13 - ingresso libero - si può accedere allo spazio di ascolto e consulenza pedagogica, gestito da una psicologa  professionista.
 

Italiano per mamme straniere

Ogni giovedì - dalle 10:30 alle 12 - ingresso libero - si svolge un corso di italiano per donne straniere, rivolto in particolare alle mamme.
Spazio Donna dispone anche di uno spazio adeguato dove i bambini delle signore che seguono il corso possono essere seguii da personale qualificato.
 

Per favorire la relazione mamma-bambino

Il mestiere di mamma è uno dei più difficili e spesso capita di sentirsi sole davanti al compito oppure insicure nell’affrontarlo. Gli incontri aiutano le donne ad acquisire sicurezza e consapevolezza  del proprio valore e incentiva la relazione mamma-bambino.
Il laboratorio mamma-bambino è uno spazio tenuto da una psicologa per favorire il rapporto tra le mamme e i loro figli/e.

Ogni venerdì - dalle 17:00 alle 18:30 - ingresso libero.
 

Per incontrarsi tra mamme, per giocare con i bambini

Il Laboratorio mamma-bambino è uno spazio di condivisione e gioco per mamme e bambini/e dai 5 agli 8 anni realizzato all’interno di "Spazio Donna". E’ il luogo in cui ritagliarsi un tempo speciale, dove la mamma e il bambino o la bambina si dedicano alla loro relazione divertendosi, creando e socializzando.
Sono previsti dei laboratori dove si riciclano oggetti e materiali per creare cose nuove, letture animate, giochi di gruppo e altre attività di tipo espressivo.

Ogni venerdì - dalle 17:00 alle 18:30 - ingresso libero.
 

Info: Tel. 02-91761244 oppure Tel. 02-82769281 - Whatsapp 345-0279250 -
email: progettodonna@weworld.it
 

Spazio Donna - piazza Tirana, 32 - Milano

"CullaMi" è uno spazio per le future mamme, le neo-mamme  e i loro bambini, dalla nascita a fino a un anno.

Le donne possono incontrarsi fra loro e con una psicologa e un’ostetrica per scambiare esperienze, chiedere consigli, condividere e affrontare i dubbi e le insicurezze a volte presenti durante la gravidanza e nei primi mesi di vita del bambino.

"CullaMi" si tiene il giovedì - dalle 16:45 - Ingresso libero.
 

"MaMi" -  Corso di massaggio infantile

Più che una vera e propria tecnica, il massaggio infantile è una modalità particolare per comunicare con il proprio bambino e stare bene con lui.  Si tratta, infatti, di un percorso che consente di conoscere il proprio bambino attraverso il tatto e il contatto e aiuta il piccolo a rilassarsi e a strutturare la propria immagine corporea.

Il corso è strutturato in 5 incontri di circa un’ora e mezzo ciascuno e si rivolge a genitori di bambini da 0 a 6 mesi di età ed è tenuto da un’educatrice di Mitades formata Aimi (Associazione italiana massaggio infantile), che aiuta mamme  e papà  a imparare le sequenze complete del massaggio neo-natale.

Corso di massaggio infantile il venerdì - dalle 16:45 alle 18:50 - Ingresso a pagamento.
 

Info: Tel. 02-87075821 - Facebook - email: psicomotricita@mitades.it


Spazio Mitades - via F. Giorgi, 15 - Milano

Allo "Spazio Visconti", mattine al femminile con i laboratori per mamme e bambini, pensati e organizzati con le mamme.

Ogni giovedì - dalle 10 alle 12 - ingresso libero.

Info: Tel. 393-9226550 - email: spaziovisconti@mitades.it

Spazio Visconti - via Visconti, 24 - Milano

Nel quartiere Gallaratese, a pochi passi dalla Metropolitana 1 (fermata San Leonardo), c’è l'"Hub Nest–Nido Educazione Servizi Territorio".

Si tratta di uno spazio dedicato ai bambini 0-6 anni e alle loro famiglie, con molte attività. Per i più piccoli da 0-3 anni, tutte le mattine è aperto lo "Spazio Educativo 0-3" al quale possono essere iscritti al massimo 10 bambini; lo spazio è utile per i piccoli non ancora inseriti all’interno dei servizi educativi del Comune.

Tutti i bambini fino a 6 anni possono partecipare alle attività dei laboratori educativi per bambini, come lettura di libri e attività musicali, mentre al pomeriggio si svolgono attività di spazio-gioco estese a tutti fino a 6 anni.
"Hub Nest" propone, inoltre, incontri gratuiti di sostegno alla genitorialità, con esperti socio-sanitari (pediatra, ostetrica e nutrizionista).

Info: Tel. 392-0377245 - Nido Educazione Servizi Territorio: email nestmilano@mitades.it - Facebook.

Hub Nest - via Appennini, 66 - Milano

Per la sicurezza

Sul territorio milanese e nell'hinterland sono presenti diversi centri antiviolenza a cui le donne possono rivolgersi per trovare risposte efficaci vicino al proprio ambiente di vita.

La violenza sulle donne, purtroppo non si ferma nemmeno ai tempi del "Covid19", anzi la forzata reclusione può inasprire le situazioni. E’ quindi importate segnalare che i "Centri anti-violenza" non chiudono e che, nel rispetto delle norme governative, continuano a essere a disposizione delle donne che hanno bisogno di supporto.

E’ sempre attivo - 24 ore su 24 - su tutto il territori nazionale, il numero 1522: il telefono gratuito anti-violenza e anti-stalking.

Anche i Centri anti-violenza della rete di Milano rispondono alle telefonate e possono intervenire nelle situazioni di emergenza, sempre nel rispetto delle disposizioni del governo.
Per indirizzi e contatti consultare l'allegata locandina.

Locandina

Oltre a Milano, i Centri anti-violenza sono attivi anche anche in Brianza e nel Magentino 

Di seguito i numeri di telefono - attivi 24 ore su 24 - tutti i giorni della settimana. 

Recapiti telefonici di Telefono donna:
Milano: tel. 0264443043/44 - Magenta: tel. 029735411 - Abbiategrasso: tel. 3802831465

Recapito telefonico dei Centri Milano donna dei Municipi 2 - 3 - 6 (attivi 24 ore su 24):
tel. 0264443043/44 

Recapiti telefonici dei Centri anti-violenza della Brianza:
Monza, Vimercate, Brugherio e Lissone rispondono tutti al tel. 3427526407

Si chiama Zeus, dal nome di un noto maltrattante, il Protocollo che la Polizia di Stato di Milano ha firmato circa un anno fa con il Cipm (Centro italiano per la mediazione), per arginare comportamenti sempre più allarmanti e presenti sul nostro territorio come bullismo, cyber-bullismo e violenza di genere.

Al centro del Protocollo la nuova normativa dell’ammonimento: una sorta di invito rivolto a una persona responsabile di violenze in casa, di cyber-bullismo e di stalking: chi compie questi comportamenti viene “ammonito” e fortemente invitato a intraprendere un percorso trattamentale presso il centro specializzato del Cipm.

Questo passaggio consente di valutare il grado di rischio connesso alla condotta segnalata e dovrebbe consentire la prevenzione di quella che i criminologi chiamano “escalation della violenza”. L’accompagnamento della persona segnalata permette a quest'ultima di intraprendere un percorso trattamentale che favorisce una  comprensione e valutazione delle  conseguenze del suo comportamento e consente alla Polizia di individuare le situazioni più a rischio per prevenire le condotte violente. 

Il primo passo del "Protocollo Zeus" in questa direzione è mettere il maltrattante o lo stalker di fronte alla gravità dell’atto: queste persone vengono avvertire del fatto che, dopo l’ammonimento, la prosecuzione dei loro comportamenti diventerebbe un vero e proprio reato e darebbe l’avvio al procedimento penale.

“E’ un passo importante, perché in genere nei maltrattanti e negli stalkers agisce un forte meccanismo di negazione, facilitato dal fatto che in alcuni casi, per esempio, nello stalking la differenza è data dalla frequenza con la quale una azione viene compiuta - spiega Francesca Garbarino, criminologa e vicepresidente del Cipm - mandare un mazzo di fiori, anche a una donna che non ne vuole sapere, può essere un gesto gentile, se fatto una volta, diventa persecuzione e spaventa la donna se viene ripetuto tutti i giorni”. 

Il percorso offre anche sostegno agli uomini.

“Gli incontri di gruppo sono particolarmente educativi ed efficaci - dice Paolo Giulini, presidente del Cipm - osservando le reazioni e ascoltando i racconti degli altri è possibile capire il significato del proprio comportamento, affrontare gli stereotipi culturali che spesso lo sottendono, imparare  a controllare la rabbia”. 

Il Cipm ha una lunga esperienza in questo senso perché, anche prima dell’accordo con la Polizia di Stato, il centro già collaborava con il Comune di Milano, attraverso il Presidio criminologico territoriale, (numero verde 800-667733). Negli ultimi anni la frequenza al Presidio è quasi raddoppiata, passando dai 147 utenti presi in carico nel 2016 ai 327 del 2018 (con una sola recidiva).

Per quanto riguarda il Protocollo l’esperienza è appena cominciata e i numeri sono ancora piccoli, ma i primi risultati sembrano dare conferma della validità della collaborazione tra la Polizia di Stato e i criminologi: delle 128 persone ammonite nell’arco di dieci mesi, 79 persone hanno accettato di sottoporsi alle attività di recupero; un ulteriore elemento importante di Zeus è l’anonimato: da oggi chiunque  assista a episodi di maltrattamento può effettuare la segnalazione rimanendo anonimo. 

Info: Cipm

La Casa delle donne offre un importante servizio alle donne milanesi, italiane o immigrate. Si tratta di uno sportello di "Segretariato sociale", un servizio di ascolto e di informazione per orientarsi tra le tante realtà esistenti in città, alle quali si può ricorrere quando si ha bisogno di aiuto.

“Se una donna, per esempio, ha un parente malato o anziano da accudire, un figlio che vuole lasciare la scuola, una sofferenza psicologica o è alla ricerca di un lavoro o di una casa, oppure ha semplicemente voglia di fare qualcosa di bello durante il tempo libero, noi non risolviamo direttamente il problema, ma la aiutiamo ad affrontarlo consigliandole i servizi giusti ai quali rivolgersi - dice Filomena Rosiello, psico-terapeuta, responsabile di questo presidio della Casa delle donne - in questo modo riusciamo a scongiurare  il rischio, sempre molto presente, della dispersione;  allo sportello un tema ricorrente è quello della ricerca di un lavoro, ultimamente abbiamo spesso richieste di aiuto da parte di genitori di ragazzi omosessuali, ai quali consigliamo di prendere contatto con Agedo (Associazione genitori di omosessuali), un’ottima associazione con la quale collaboriamo da tempo” .

Lo sportello si fonda su un data base che viene costantemente aggiornato e che è gestito da socie formate sul progetto.

Info e prenotazioni: tutti i giovedì - dalle 17:00 alle 19:30 - Tel. 348-3430809email: sportello@casadonnemilano.it

Ingresso libero.

Casa delle donne - via Marsala, 8 - Milano