Codice disciplinare e di comportamento del personale dipendente NON dirigente

Norme disciplinari e responsabilità del personale dipendente non dirigente

Il decreto legislativo n. 150/2009, nel modificare l’art. 55 del d. lgs. n. 165/2001, ha stabilito che “La pubblicazione sul sito istituzionale dell'amministrazione del codice disciplinare, recante l'indicazione delle infrazioni e relative sanzioni, equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all'ingresso della sede di lavoro”.

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 2016-2018, sottoscritto in data 21 maggio 2018, sancisce che al codice disciplinare deve essere data la massima pubblicità mediante pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente.

Viene pertanto qui pubblicato il nuovo Codice Disciplinare, contenuto nell’art. 59 del CCNL del Personale non dirigente del Comparto FUNZIONI LOCALI, unitamente agli Obblighi del dipendente che il nuovo CCNL ha previsto all’art.57 ed alle sanzioni disciplinari che possono essere applicate previo procedimento disciplinare ai sensi dell’art.58 del CCNL. 

Ulteriormente, si ritiene opportuno mantenere la pubblicazione on line delle norme relative alle fattispecie di illecito disciplinare introdotte nel corso degli ultimi anni nel decreto legislativo 165/2001, benché oggi recepite dal CCNL 2016-2018 e quindi inserite nel codice disciplinare.  

Si riportano, inoltre, le disposizioni relative alle procedure previste per l'applicazione delle sanzioni disciplinari.

La legge 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” è intervenuta tra l’altro in materia di codici di comportamento dei pubblici dipendenti demandando al Governo l’emanazione di un nuovo Codice di comportamento al fine di assicurare la qualità dei servizi, la prevenzione dei fenomeni di corruzione, il rispetto dei doveri costituzionali di diligenza, lealtà, imparzialità e servizio esclusivo alla cura dell’interesse pubblico.

Con D.P.R. n.62 del 16.4.2013 è stato quindi emanato il Codice di comportamento per i dipendenti pubblici, in vigore dal 19.06.2013, qui di seguito pubblicato.

Infine, l’ art.54 del D.lgs. 165/2001, riformulato dalla Legge 190/2012, prevede che le Pubbliche Amministrazioni si dotino di un codice di comportamento aziendale.

Il Comune di Milano, con deliberazione di Giunta Comunale n. 2659 del 20.12.2013, ha quindi definito il Codice di comportamento aziendale qui pubblicato, rispetto al quale il Nucleo Indipendente di Valutazione ha espresso parere favorevole.