Grande Parco Forlanini

Un progetto per la creazione di un grande parco territoriale capace di valorizzare tutte le attività esistenti nel suo ambito attraverso il restauro dei tracciati storici

L’idea del Grande Parco Forlanini nasce nell’immediato dopoguerra quando, negli elaborati di un concorso urbanistico per la nuova Milano, il gruppo “Piano Architetti Riuniti” immaginò l’Idroscalo come un grande parco per attività sportive.

Da allora, e con il piano regolatore del 1953, la vasta area compresa tra la cintura ferroviaria e l’Idroscalo con al centro il fiume Lambro, è stata destinata al verde e allo sport. Il Forlanini è rimasto per decenni un’area di campagna con i segni della città che cresce: l’aeroporto di Linate, i gasometri, le cave ora divenute piccoli laghetti, le cascine, ora in parte dismesse, le residenze per gli operai milanesi, la Tangenziale Est Milano, il quartiere di Novegro e la recente Metropolitana 4.

La grande area si estende nei comuni di Milano, Segrate e Peschiera Borromeo, mentre l’Idroscalo è stato affidato alla Provincia di Milano ora compresa nella Città Metropolitana.

Le piccole e grandi trasformazioni che si sono realizzate a partire dal 1970 con l’attuale parco Forlanini hanno formato il paesaggio di una città a bassa intensità, dove le attività agricole che si sono conservate occupano soprattutto la porzione ovest del territorio per cui, alla fine del secolo scorso, il Forlanini è entrato a fare parte del Parco Agricolo Sud Milano.

Alcuni anni orsono, il progetto per la formazione di un grande parco metropolitano, connesso ai sistemi ambientali e chiamato Grande Parco Forlanini, viene rinnovato grazie all’iniziativa di un gruppo di cittadini che si costituiscono nell’Associazione Grande Parco Forlanini e al progetto Re Lambro, finanziato da Fondazione Cariplo e sviluppato tra il 2013 e il 2015 da numerose istituzioni e associazioni tra cui ERSAF/Regione Lombardia, Comune di Milano, oltre al DAStU-Politecnico di Milano, PLIS della Media Valle del Lambro e Legambiente Lombardia.

Il progetto consiste nella formazione di un grande parco territoriale che si estenda da piazza del Tricolore all’Idroscalo, capace di valorizzare tutte le attività esistenti nel suo ambito attraverso il restauro dei tracciati storici. Il Grande Forlanini si costruisce progressivamente con il contributo di tutti i cittadini.

Media Gallery

Argomenti: