Parco dei Fontanili

Un suggestivo parco ricco di un’attrazione naturale come i fontanili, che caratterizzano l’ambiente agricolo della Pianura Padana. Si trova in un’area nella quale sono stati avviati interventi di rinaturazione e di piantagione di boschi e siepi.

 

Superficie: 125.000 m2

Anno di realizzazione: dal 2003

Progettisti: Angelo Bugatti, Paola Coppi, Silvano Molinari

 

Indirizzo: via Ferruccio Parri, via Gozzoli, via Bisceglie, via Kuliscioff e via Zurigo

Storia e Architettura:
La particolarità di questa importante oasi naturale è rappresentata dai fontanili, che caratterizzano l’ambiente agricolo della Pianura Padana: sono interventi attuati dall’uomo per sfruttare la naturale risorgenza delle acque provenienti dalla falda sotterranea, che mantengono per tutto l’anno una temperatura costante tra i 10 e i 14 gradi. Una prima parte del parco, di circa 125.000 m² è stata terminata nel 2003 a conclusione della prima fase di intervento che ha visto la realizzazione di uno spazio verde di 25.000 m² nelle adiacenze della Cascina Cassinazza e la predisposizione di un vasto lotto di 100.000 m2 con prati, macchie e radure con nuclei alberati. Il progetto ha previsto la costruzione di un grande pergolato quadrato di 32 metri di lato con pilastri di mattoni rossi e travi in legno ricoperto da rampicanti. Il completamento del parco verso est, su un’area di 145.000 m² sempre realizzato dallo Studio Bugatti, consentirà la realizzazione di un unico sistema del verde con i previsti Parco Calchi Taeggi, Parco del Deviatore del fiume Olona a nord di via Parri e Parco Blu più a est che saranno connessi al Parco delle Cave e al Boscoincittà, la parte occidentale della cintura verde di Milano. Il progetto sarà articolato su tre elementi principali: una fascia con filari di alberi e arbusti a nord, una zona centrale a prato con attrezzature per il gioco, lo sport e il tempo libero e una fascia a sud con filari alberati per chiudere il parco verso gli insediamenti industriali.

Beni architettonici e manufatti:
la Cascina Cassinazza, oggi diroccata, è oggetto di un restauro per essere destinata a funzioni sociali (residenza per studenti e centro sportivo).

Flora: 
Principali specie arboree: aceri (Acer campestre, A. negundo, A. pseudoplatanus, A. saccharinum), ontano nero (Alnus glutinosa), ontano napoletano (Alnus cordata), carpino bianco (Carpinus betulus), ciliegio (Prunus avium), clerodendro (Clerodendrum trichotomum), bagolaro (Celtis australis), frassino comune (Fraxinus excelsior), spino di Giuda (Gleditsia triacanthos), orniello (Fraxinus ornus), platano comune (Platanus x acerifolia), pioppi (Populus alba, P. nigra), pioppo cipressino (Populus nigra ‘Italica’), tiglio selvatico (Tilia cordata), robinia (Robinia pseudoacacia).

Acqua e dintorni:
attraversato da piccoli corsi di acqua risorgiva.

Benessere e sport

  • Correre nel parco: è possibile fare jogging nel parco lungo i percorsi pedonali in calcestre
  • Andare in bicicletta: nel parco esiste una rete di percorsi ciclabili con parcheggi per biciclette agli ingressi

Pausa e caffè
Chioschi e bar: non sono presenti strutture fisse ma saltuariamente chioschi mobili

Utilità e Servizi

  • Area cani: 1, per una superficie di 900 m²
  • Sicurezza: è periodicamente prevista la sorveglianza a cura delle GEV
  • Parcheggi: presente un parcheggio con accesso da via Gozzoli e uno multipiano  in via Dei Calchi Taeggi gestito da ATM (1252 posti + 32 per disabili)
  • Noleggio bici: la sede dell’Ufficio Biciclette si trova negli edifici della stazione ferroviaria di Rho, nei pressi del parcheggio; ufficio.biciclette@comune.rho.mi.it
  • Pavimentazione: calcestre

Info e gestione
Orario: il parco non è recintato e quindi sempre accessibile

Indirizzo: via Ferruccio Parri, via Gozzoli, via Bisceglie, via Kuliscioff e via Zurigo

Come arrivare: in bus con linea 58 e in metro con linea M1 (Bisceglie)