Potatura e abbattimento alberature

L’11 dicembre 2017 il Consiglio Comunale ha approvato il Nuovo Regolamento d’Uso e Tutela del Verde Pubblico e Privato. Il documento contiene molti elementi innovativi per la tutela del verde, dal coinvolgimento diretto dei cittadini nella gestione delle aree pubbliche all’equiparazione tra verde pubblico e privato, considerati come “bene comune”, passando per la regolamentazione delle attività consentite nei parchi, in un’ottica di difesa del territorio e le prescrizioni per la salvaguardia delle alberature.

Il Nuovo Regolamento d’Uso e Tutela del Verde Pubblico e Privato, oltre all’aggiornamento dei contenuti esistenti, introduce importanti novità, quali:

  • la promozione ed attuazione della responsabilità dei cittadini
  • la visione al verde di cintura metropolitana includendo le aree rurali e a destinazione agricola, i parchi urbani e l e aree non edificate minori, da quelle pubbliche a quelle private
  • la definizione di forme di tutela anche per il verde privato e di regole per corretta manutenzione
  • l’introduzione di norme per la progettazione del verde coordinata con il vigente Regolamento Edilizio
  • la previsione di norme di tutela per le aree a conduzione agraria.

La potatura ordinaria degli alberi non richiede nessuna autorizzazione ed è consentita come rimonda dalle parti secche, contenimento in caso di interferenza con edifici, servizi, ecc., diradamento della chioma ove necessario  per ridurre carichi e sollecitazioni. La potatura deve rispettare la ramificazione naturale dell’albero e la regola del ramo “di ritorno”, senza distruggere, danneggiare o modificare in modo sostanziale la struttura ed il portamento naturale dell’albero ed eseguendo tagli netti su rami di circonferenza non superiore a 30 cm, rispettando la corteccia sulla parte residua e senza lasciare monconi.

È invece obbligatorio ottenere autorizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale per qualsiasi intervento non ordinario che alteri in modo sostanziale la naturale forma della chioma e la struttura degli individui arborei,  interventi indicati come “potatura straordinaria”, quali una potatura che interessi branche con circonferenza maggiore di 30 cm o una cimatura/capitozzatura. La richiesta di autorizzazione, con le precise motivazioni dell’intervento, deve essere inoltrata in forma scritta agli Uffici Comunali competenti, utilizzando il modulo allegato. Entro 30 giorni dal ricevimento della domanda viene rilasciata apposita autorizzazione con le prescrizioni necessarie. Decorsi 30 giorni dalla presentazione della domanda o dal ricevimento delle integrazioni richieste dall’Amministrazione Comunale, in assenza di riscontro formale, l’autorizzazione si intende positivamente rilasciata.

Per gli interventi di abbattimento di alberi che, per caratteristiche di specie e/o dimensione, sono soggetti a criteri di salvaguardia, è prevista specifica autorizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale. La richiesta di autorizzazione deve essere inoltrata in forma scritta utilizzando il modulo allegato. 

L’abbattimento di alberi o la potatura di rami per risolvere un pericolo imminente per l’incolumità di persone o cose, quindi con carattere d’urgenza motivata, deve essere tempestivamente comunicata agli Uffici Comunali competenti nelle ore successive all’intervento utilizzando il modulo allegato.

Utilizza i servizi