In che modo può essere classificato un soppalco?

Con una certa frequenza si osserva il deposito di pratiche afferenti i soppalchi. Tali elementi inseriti in un edificio, sia esso in muratura portante o acciaio o calcestruzzo armato, possono indurre sugli elementi verticali delle azioni a taglio anche significative, stante la proporzionalità di queste con le masse portate. 

In funzione dell’estensione e della tipologia costruttiva, l’inserimento di un soppalco all’interno di una costruzione esistente può richiedere la valutazione della sicurezza dell’intero fabbricato oppure limitarsi all’analisi del sole parti interessate (intervento locale).

In quest’ultimo caso, secondo quanto specificato al cap. 8.4.1 delle NTC 2018, è necessario verificare e dimostrare all’interno della relazione di calcolo che non siano introdotte sostanziali modifiche al comportamento delle altre parti e della struttura nel suo insieme e che gli interventi non comportino una riduzione dei livelli di sicurezza preesistenti (anche negli elementi strutturali esistenti). 

FAQ SUE n. 9 - Pubblicata il 6 marzo 2020

Argomenti: