Se faccio un intervento di ristrutturazione edilizia “leggera” subordinata a Scia ai sensi dell’art. 22 DPR 380/01 devo pagare il contributo di costruzione?

Anche se le opere in progetto prevedono la totale assenza dei requisiti indicati nell'articolo 10, comma 1, lettera c. del DPR 380/01 (gli interventi di ristrutturazione edilizia che portino ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti, ovvero che, limitatamente agli immobili compresi nelle zone omogenee A, comportino mutamenti della destinazione d’uso, nonché gli interventi che comportino modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni), l’intervento di ristrutturazione edilizia è assoggettato alla corresponsione del contributo di costruzione ex art. 43 L.R. 12/2005 ai sensi dell’art. 23 comma 01 del DPR 380/01, che rimanda alla legislazione regionale e quindi, in Lombardia, a quanto previsto dal citato art. 43 L.R. 12/2005. 

FAQ SUE n. 28 - Pubblicata il 6 marzo 2020

Argomenti: