Fulvio Testi 121 (ex Manifattura Tabacchi) - Programma Integrato di Intervento

L’area di intervento occupa l’intero isolato – pari a circa 7,7 ettari - compreso tra viale Fulvio Testi ad est, via Santa Monica a sud, viale Suzzani ad ovest e via Esperia a nord. La maggior parte dell’area è attualmente occupata dagli edifici industriali appartenenti alla ex Manifattura Tabacchi, edifici realizzati tra il 1929 e gli anni ’50.

Il progetto di valorizzazione ha l'obiettivo di rifunzionalizzare l’area e gli edifici attraverso l’insediamento di funzioni private (principalmente residenza libera e commercio) e funzioni di interesse generale (residenza temporanea e attività culturali legate al cinema) nonché di aprire l'area alle relazioni con la città circostante, attraverso un sistema di visuali e di percorsi pedonali interni al comparto che permettano la permeabilità dell’area nelle direzioni nord-sud ed est-ovest.
 

Il progetto in particolare prevede:

  • realizzazione di nuovi edifici nella porzione nord o ristrutturazione di edifici esistenti (lungo viale Suzzani e a sud) per funzioni urbane private (prevalentemente residenza e commercio);
  • rifunzionalizzazione e nuova costruzione di edifici per funzioni di interesse generale, principalmente legate al cinema (nuova sede della scuola civica di cinema “Luchino Visconti”, Centro Sperimentale del Cinema, Museo del Cinema, lungo viale Fulvio Testi) e alla residenza temporanea (per studenti universitari e sanitaria per anziani);
  • la realizzazione di un sistema di servizi, nuovi (asilo nido) o oggetto di riqualificazione (Caserma dei Carabinieri) o di demolizione e ricostruzione (Centro Anziani Santa Monica);
  • spazi di connessione pedonali attrezzati e alberati che consentano le più completa permeabilità del vasto isolato;
  • riqualificazione e risagomatura delle strade lungo il perimetro (in particolare via Santa Monica per rifacimento marciapiedi, alberature, localizzazione fermate autobus e viale Suzzani per ridisegno dei percorsi pedonali e carrabili e posizionamento di filari alberati).
     

In attuazione:

  • Convenzione stipulata il 7.8.2007 ed in corso di proroga;

  • risultano già realizzati due edifici residenziali privati e completato tutto il “polo del cinema”;

  • in corso di rilascio il titolo per la funzione di interesse generale (RSA) in corrispondenza della Stazione Bicocca della MM5.

L’intero complesso immobiliare è stato dichiarato bene di interesse storico-artistico ai sensi del D. Lgs. 42/04 con Decreto ministeriale dell’ottobre del 2004 con vincoli puntuali apposti sulla gran parte degli edifici esistenti (in particolare i magazzini, il deposito dei generi di monopolio, il complesso degli uffici e dei servizi e la ciminiera della centrale termica) quale testimonianza d’insediamento produttivo della prima metà del Novecento.

La riqualificazione del comparto prevede sia il recupero degli edifici sottoposti a vincolo dalla Soprintendenza, sia la realizzazione di nuove edificazioni nella porzione nord; la progettazione mira a valorizzare gli edifici e il loro inserimento in un contesto di qualità urbana, rispettosa di allineamenti e altezze degli edifici esistenti, attenta al progetto di spazio aperto e finalizzata all’apertura di visuali e connessioni con il contesto.

Gallery

Argomenti: