Trasformazione Digitale

L’area tematica dell’Assessorato è uno spazio di approfondimento del Piano di Trasformazione Digitale: dall'evoluzione della strategia generale, allo stato di avanzamento dei singoli progetti, alla mappa dei servizi digitali creati per cittadini e aziende.

L’area verrà periodicamente aggiornata. Visto il periodo di ripresa post emergenza, i primi documenti che troverete riguarderanno le azioni di ripresa e la nuova visione “Digitale Care”.

La strategia di innovazione, sviluppata nei primi quattro anni di mandato, è stata costruita su un Piano di Trasformazione Digitale poggiato su 2 macro aree (tecnologia e cultura digitale) e 4 Pilastri fondamentali: Infrastruttura, Servizi digitali, Educazione digitale, Digital skill.
Le macro aree sono state la bussola che hanno orientato le azioni, i pilastri sono le fondamenta dei progetti realizzati. In particolare, è stata consolidata l’infrastruttura attraverso la scelta di sistemi robusti e scalabili, sono stati sviluppati sistemi semplici e accessibili per permettere a tutti i cittadini di usufruire dei servizi digitali, è stata tracciata una linea che ha messo la tecnologia al servizio di tutte le Direzioni del Comune di Milano. Inoltre, a sostegno e affiancamento dei nuovi servizi, è stato impostato un piano di educazione digitale – anche attraverso il sistema di partnership con imprese, organizzazioni e università – per formare i cittadini e non escludere nessuno dai servizi.

Costruite le fondamenta attraversi i 4 pilastri, il Piano di Trasformazione Digitale continuerà a svilupparsi nei prossimi mesi – e fino al 2021 - attraverso 4 aree strategiche: Inclusione DigitaleServizi ai Cittadini, Città DigitaleMilano Data Driven.

Con l’aggravarsi dell’emergenza Covid-19 e l’introduzione del lockdown, il digitale ha cambiato funzione.
Da “generatore di opportunità” (nel lavoro e nello studio, nel bilanciamento dei tempi di vita delle persone, nel tempo libero) e leva strategica di uno sviluppo orientato all’innovazione e alla crescita economica e sociale della Città, il digitale è diventato sempre di più un elemento di inclusione sociale e abilitatore di risposte per la sopravvivenza e il benessere delle persone.

Nella Fase 1, il Comune di Milano ha mappato i bisogni emergenti (diversi e più profondi rispetto alla situazione precedente), ha tracciato i processi e ha sviluppato una nuova strategia per rendere nel tempo il sistema dei servizi sostenibile, scalabile e stabile.

È nata quindi la nuova visione Digital Care: il digitale che si “prende cura” delle persone e della Città, in una visione strategica trasversale agli ambiti di azione del Comune di Milano.

La visione “human centric” ovvero quella in cui il cittadino è al centro è stata quindi ultriormente potenziata e ampliata: il digitale affianca tutti i cittadini (con particolare attenzione alle categorie fragili) nelle necessità quotidiane, amplia i servizi, costruisce una cultura inclusiva per garantire a tutti l’accesso alla rete e fornire le competenze per farlo.