Spazi in concessione ai Comitati inquilini

La richiesta di concessione di uno spazio gratuito può essere inviata secondo la modalità indicata nella sezione “Informazioni” di questa pagina. 
I documenti da allegare sono specificati nella Delibera di Giunta Comunale n. 1853 del 14/9/2012 e consultabili nella sezione “Modulistica” di questa pagina.

Tutti i Comitati di inquilini possono presentare richiesta di uno spazio gratuito alla Direzione Casa che verifica, con l’azienda MM Spa, la disponibilità di spazi idonei.

I Comitati Inquilini interessati possono presentare richiesta anche con specifico riferimento ad un’unità immobiliare già individuata; è cura del Comune e del Gestore verificarne disponibilità e adeguatezza.

In mancanza di unità immobiliari da assegnare nel medesimo stabile/quartiere di riferimento, sono ammesse forme di condivisione dei locali tra più Comitati, purché gli spazi individuati abbiano i requisiti indicati nella Delibera.

Nel caso di unità condivisa fra più Comitati, è prevista la stipula di un unico contratto di comodato che deve essere sottoscritto da ognuno dei rappresentanti individuati dai diversi Comitati; i rappresentanti sono gli unici interlocutori del Comune in relazione al contratto di comodato.

L’istanza deve essere presentata insieme alla dichiarazione costitutiva e alla raccolta di firme di almeno il 50% +1 dei nuclei familiari regolarmente assegnatari di un alloggio nel complesso o nel quartiere di riferimento.

La durata del comodato d’uso gratuito è di 3 anni; spetta al Comune verificare la presenza di eventuali motivi di revoca. 

Il comodato d’uso gratuito può essere rinnovato alle medesime condizioni, dopo la verifica del buon esito della fase di sperimentazione e a fronte di una richiesta formale da parte del Comitato concessionario. Il rinnovo è soggetto alla verifica preventiva, da parte del Comune, della permanenza dei presupposti essenziali della concessione iniziale e viene eventualmente concesso dopo:

  • verifica dello stato dei locali concessi, mediante sopralluogo da parte del Comune/Gestore;
  • presentazione di una breve relazione sulle attività svolte dal Comitato; alla relazione occorre allegare sia la richiesta di rinnovo della concessione, sia una nuova adesione formale da parte del 50%+1 dei nuclei familiari regolarmente assegnatari di un alloggio nello stabile/quartiere di riferimento.
     

In caso di revoca o mancato rinnovo della concessione di comodato d’uso gratuito alla scadenza dei 3 anni previsti, i locali devono essere restituiti e rientrano nell’esclusiva disponibilità del Comune; non è previsto alcun indennizzo a favore del Comitato.

Il comodato d’uso gratuito può essere interrotto da parte del Comune unilateralmente e prima del termine sia in caso di inutilizzo o utilizzo improprio degli spazi, sia in caso di mancato rispetto degli obblighi posti a carico del Comitato.

Comune di Milano – Direzione Casa, Aria Politiche per l’Affitto – Unità Politiche per l’Affitto - via Larga 12, 20122 Milano;

Argomenti: 

Aggiornato il: 24/09/2021