Insieme è meglio

“Insieme è Meglio” è un progetto POR (Programma Operativo Regionale) finanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e si inserisce nel quadro del  programma operativo regionale 2014-2020,  obiettivo “investimenti in favore della crescita e dell’occupazione”  - Asse prioritario II - inclusione sociale e lotta alla povertà. Azione 9.3.3 – Implementazione di buoni servizio per servizi socioeducativi prima infanzia a supporto della conciliazione vita-lavoro.

Il progetto nasce dalla co-progettazione di sei enti non profit: Fondazione Aquilone onlus (capofila), Celim ong, Associazione Amico Charly onlus, Fondazione Maria Anna Sala - C.A.G. Marcelline, Fondazione Mandelli-Rodari, Fondazione Mission Bambini onlus. Su richiesta, il Comune di Milano (Direzione Educazione – Area Servizi Scolastici ed Educativi) ha dichiarato pieno appoggio al progetto e condivisione delle  finalità.  Pertanto il Comune di Milano rientra tra i partner di progetto con il compito di garantire il monitoraggio e la valutazione.

Area di intervento del progetto: alcuni quartieri del Municipio 9 della città di Milano (Bruzzano, Comasina-Bovisasca, Dergano-Maciachini, Niguarda-Istria), dove è stata fatta una rilevazione dei bisogni e della situazione socio-abitativa  della popolazione residente:

1. i genitori non sempre riescono a “conciliare” i tempi del lavoro  con quelli della cura dei figli, soprattutto in periodi dove non c’è copertura istituzionale (post scuola, periodi di vacanza non coincidenti con ferie, etc.);

2. il contesto abitativo è riconducibile ad un grande condominio “dormitorio” con pochi spazi dedicati all’aggregazione e alla socialità (Bovisasca e Comasina) o ad una dimensione “quasi di paese” (Bruzzano, Dergano e Niguarda).

Le azioni previste dal progetto sono finalizzate a sostenere il ruolo educativo dei genitori; realizzare proposte educative di qualità per la crescita di bambini e ragazzi (spazi studio, laboratori pomeridiani, campus estivi); avviare con le scuole sperimentazione di iniziative strutturate e finalizzate a sostenere le famiglie;  consolidare  un partenariato specifico intorno alla scuola con i genitori e gli enti del terzo settore per dare continuità alle iniziative sperimentate anche oltre il periodo di finanziamento anche attraverso l’avvio di un lavoro di rete con il Comune; sviluppare un “modello di valutazione partecipato” e un “modello di welfare comunitario” per favorire il supporto educativo alle famiglie nella cura dei figli. 

Le attività di progetto saranno realizzate in stretta collaborazione con le associazioni genitori degli Istituti Comprensivi partner per raccogliere ed esplicitare i bisogni che le famiglie esprimono nella gestione quotidiana dei figli. L’obiettivo finale del progetto è quello di  attivare un circolo virtuoso di esperienze che, col trascorrere del tempo, diventino parte del tessuto sociale radicandosi nel welfare territoriale del Municipio.

Risultati attesi: 

  • avviare con le scuole sperimentazione di iniziative strutturate; 
  • sperimentare azioni innovative in risposta ai bisogni emersi sia negli spazi della scuola sia in spazi esterni;
  • potenziare l’offerta di servizi per l’infanzia e l’adolescenza; 
  • sviluppare un “modello di valutazione partecipato” e un “modello di welfare comunitario”. 

Durata del progetto: ottobre 2017 – dicembre 2018