New business for good

ll progetto

Nell'ambito dell’impegno nelle tematiche di Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG), il progetto New business for good ha l’obiettivo di promuovere una riflessione condivisa su nuovi modelli di business basati sui principi della trasparenza, del rispetto dei diritti umani e della tutela dell’ambiente al fine di stimolare una diffusa partecipazione della società e l’attivazione di comportamenti in grado di contrastare le ineguaglianze e promuovere giustizia, sostenibilità ed equità.

Il Comune di Milano collabora con Mani Tese (capofila del progetto) da oltre 20 anni. Promuoverà le attività di progetto nell’ambito delle iniziative – indirizzate soprattutto ai giovani – volte a supportare lo sviluppo e la competitività del sistema economico locale in chiave sostenibile e solidale, tramite la formazione professionale, la creazione d’impresa, l’innovazione e l’inclusione sociale. Inoltre faciliterà il coinvolgimento delle imprese del territorio, tenuto conto che in città operano circa 300.000 soggetti profit.

Beneficiari diretti: opinione pubblica, giovani, addetti ai lavori del mondo profit e non profit. Beneficiari indiretti: genitori, personale scolastico e abitanti dei quartieri; comunità nei paesi partner.

I partner principali del progetto sono:

  • Mani Tese (capofila)
  • Oxfam Italia
  • Action Aid International Italia
  • Altri Partner
  • WWF Italia
  • Fondazione Sodalitas
  • Fondazione Finanza Etica
  • Comune di Milano

La durata prevista è di 18 mesi, dal 1° aprile 2018 al 31 ottobre 2019.

Favorire la comprensione da parte dell’opinione pubblica, con un’attenzione particolare ai giovani, dei limiti del “business as usual” e delle virtù dei nuovi modelli di business etico e inclusivo, attivando gli attori della società civile profit e non profit in un percorso di dialogo e collaborazione che possa tradurre la sostenibilità, in termini sociali, economici e ambientali, in pratiche quotidiane che vadano a beneficio dei consumatori, dei lavoratori e dei gruppi/comunità più vulnerabili.

  • Realizzazione di “Percorsi ECG” rivolti a studenti delle scuole medie, inferiori e superiori, e in ambito informale rivolti a giovani under-35
  • Workshop e seminari con studenti universitari e ricercatori delle facoltà che prevedono insegnamenti di economia
  • Laboratori di sperimentazione didattica per insegnanti ed educatori
  • Realizzazione di “eventi aperti” nelle scuole, pensate come spazio di integrazione e inclusione
  • Raccolta e divulgazione di storie esemplari; realizzazione e diffusione di ricerche tematiche e studi di caso; realizzazione di una installazione esperienziale itinerante
  • Realizzazione di una campagna di “public engagement” sui limiti del “business as usual” e sulle virtù dei nuovi modelli di business sostenibile (con focus alternato nel tempo di progetto su filiere agro-alimentari, tessili ed energetiche)
  • Seminari di “knowledge & capacity building” per operatori di associazioni, sindacati e ONG
  • Seminari di “knowledge & capacity building” con scambi “peer to peer” per operatori di imprese singole o di associazioni datoriali di categoria
  • Incontri di interscambio e contaminazione tra operatori profit e no-profit.

  • Miglioramento delle competenze chiave dei giovani (11-18 anni e under-35) con azioni di educazione formale e informale, dirette al consolidamento, all'approfondimento e allo sviluppo delle conoscenze e abilità di Cittadinanza Economica, Educazione ai Diritti Umani, Educazione Alimentare e Ambientale
  • Incremento dell’informazione disponibile per l’opinione pubblica sui rischi sociali e ambientali di alcune filiere produttive globali e sull’esistenza di nuovi modelli di business, capaci di coniugare libertà di impresa, rispetto dei diritti fondamentali e dell’ambiente
  • Miglioramento delle conoscenze relative alle linee guida internazionali e alle normative italiane su “business sostenibile, diritti umani e ambiente” e rafforzamento delle capacità di intervento da parte delle istituzioni e degli addetti ai lavori del mondo profit e no profit.