Accordi di collaborazione

Il Comune di Milano ha facoltà di sottoscrivere Accordi di Collaborazione con città del mondo in determinati ambiti di interesse comune.

Generalmente, questo tipo di Accordi ha durata biennale, con facoltà di rinnovo laddove persista convergenza di intenti.

I settori di collaborazione spaziano dal turismo alla cultura, all'educazione, alla formazione, all'architettura, al commercio, allo sviluppo tecnologico, urbano e sociale, alla ricerca universitaria e allo scambio di buone pratiche d’amministrazione pubblica.

Il 2 febbraio 2018 il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e il Presidente del Consiglio Comunale di Riga Nils Ušakovs hanno firmato un memorandum di collaborazione biennale che impegna le due amministrazioni alla scambievole crescita culturale, economica e sociale delle due comunità. Le città di Milano e Riga sono strategiche per le economie dei rispettivi Paesi, ed entrambe annettono fondamentale importanza a temi quali sviluppo territoriale e promozione sociale. Per questo si impegneranno a rafforzare il reciproco legame lavorando su progetti inerenti a educazione, cultura, pianificazione urbana sostenibile, servizi di pubblica utilità e sviluppo economico; particolare attenzione sarà data alle pratiche che promuovono uno stile di vita salutare, al design e alla moda.

Molti progetti all’insegna della concretezza legano Milano e New York nei settori della promozione e dell’innovazione. Ai due importanti accordi siglati di recente se ne è aggiunto un terzo: il 25 novembre 2016 Milano ha firmato con il NYC Mayor’s Office of Digital Strategy una dichiarazione programmatica sul progetto “Milan Digital Bridge” per condividere le buone pratiche a livello internazionale sui temi dell’innovazione digitale, dare spazio a nuove creatività digitali e lanciare nuovi progetti congiunti. Obbiettivo finale ottimizzare i processi e migliorare i servizi rivolti ai cittadini, con un occhio di riguardo per la popolazione più a rischio di esclusione (civica, sociale, tecnologica) attraverso la collaborazione e lo sviluppo di partnership con le eccellenze internazionali che saranno via via individuate in base alla rilevanza dei progetti in ambito digitale ritenuti più interessanti per Milano.L’ultimo accordo in ordine di tempo era stato stipulato tra il Comune di Milano e la New York City Economic Development Corporation il 2 maggio 2016 per favorire la creazione di opportunità economiche per le giovani imprese alla scoperta delle opportunità del mercato europeo e del mercato americano. L’accordo, della durata di due anni, si è concretizzato in un bando pubblico per agevolare la promozione e la valorizzazione degli scambi economici tra le giovani imprese delle due città, mettendo a disposizione delle aziende vincitrici spazi per uffici, networking e supporto allo sviluppo delle attività commerciali nel mercato newyorkese e meneghino. Il progetto si è rivolto a venti start-up costituite negli ultimi quattro anni (dieci italiane e dieci americane) con contratti lavorativi in corso e attive in diversi ambiti: high-tech e green economy, food e agri-food, social innovation, fashion e design sino alle nuove opportunità offerte dall’economia circolare, dalla sharing economy e manifattura digitale.

Il 30 settembre 2015 i rappresentanti delle Amministrazioni di Milano e Chengdu, città simili sotto il profilo economico e per la rilevanza all’interno della propria nazione, hanno formalizzato un accordo di cooperazione per sviluppare sinergie comuni volte sostenere scambi commerciali, culturali e a favorire la reciproca promozione turistica e territoriale. Particolari benefici sono attesi anche nella collaborazione tra i rispettivi poli accademici e di alta formazione e nella cooperazione commerciale tra Milano e Cina, Paese che rappresenta uno dei principali mercati per le nostre imprese e destinazione di molti prodotti. L'accordo di collaborazione, della durata di tre anni, è stato rinnovato ed è tuttora attivo.

Dal 2012 (con successivi rinnovi nel 2014 e nel 2017) Milano e Guangzhou sono legate da un Memorandum per il Rafforzamento delle Comunicazioni e della Cooperazione.L'accordo prevede attività di cooperazione economica, commerciale, scientifica, nell'industria della moda e nella gestione della città. Si favoriscono inoltre scambi nel campo della cultura, dell'istruzione, dei servizi sociali, dello sport e del turismo, al fine di approfondire le conoscenze reciproche e l'amicizia tra i cittadini delle due Municipalità.