head Piano Quartieri

Cosa è il Piano

Oltre le periferie

Il Piano Quartieri è il piano della scala locale, della città di ieri e di oggi in cui abitiamo, ci spostiamo, lavoriamo, passiamo il tempo libero.
Il Piano Quartieri racconta la città che conosciamo e ci dice come vogliamo prendercene cura. E’ il piano della città ordinaria, quella che usiamo tutti i giorni e che dobbiamo imparare ad amare e rispettare nel tempo.

Gli interventi raccolti nel Piano Quartieri definiscono, nel loro insieme, la piattaforma che possiamo e dobbiamo arricchire dando spazio ai moltissimi servizi che non solo il Comune ma anche la cittadinanza milanese più attiva prestano alla città, riempiendo le sue strade, i suoi cortili, le sue scuole e ancora le case, i piani terra, le biblioteche e le piazze pubbliche con attività, progetti ed iniziative nel campo culturale, dei servizi alla persona, nell’ambito sportivo, educativo, formativo ed economico.

Il Piano Quartieri è il modo in cui cerchiamo di andare oltre le periferie per valorizzare l’identità e le specifiche di ogni quartiere della città!
Le periferie esistono ancora e il Piano Quartieri lavora nella direzione di un loro superamento: è questo l’obiettivo di un disegno politico che non ha paura di nominare i territori più difficili della città e che insieme esprime la volontà di tenere vicine le parti di città più ‘distanti’. Siamo partiti da cinque aree prioritarie, nelle quali si sono concentrati i primi sforzi, per arrivare, oggi, a toccare tutta Milano.

Grazie all’attività del Bilancio Partecipativo e alle due edizioni del Bando alle Periferie il campo di attenzione si è esteso e, compatibilmente con le risorse, nei primi tre anni (2016/17/18) abbiamo avviato le fasi di progettazione, attivato gli impegni di spesa, pubblicato le gare, tutte cose necessarie
per consentire la realizzazione delle Opere Pubbliche. I prossimi due anni saranno dedicati alla realizzazione degli interventi e all’attuazione del Piano.

Il Piano Quartieri chiama la città per nome; torna a parlare delle sue strade, delle sue piazze, dei suoi quartieri. Chiamare Milano partendo dai suoi mille nomi e mille volti per renderla riconoscibile tutta a tutti; anche così vogliamo togliere dall’abbandono le sue parti più in ombra, meno conosciute e contraddittorie.

Il Piano Quartieri, con il Bilancio Partecipativo e con i progetti di riqualificazione delle Piazze di Milano, apre un nuovo spazio di partecipazione, di coinvolgimento, attraverso i Municipi. Abbiamo riservato 200 milioni di euro che ci permetteranno di individuare, insieme ai cittadini, nuove priorità
d’intervento, in particolare con riferimento al verde (giardini, parchi, aree pubbliche), alle strade e alle piazze, alla scuola. Dopo aver istruito le tematiche, individuato le ipotesi di intervento e valutato la loro fattibilità, i risultati potranno essere trasformati in nuovi progetti da realizzare. Questo è l’impegno che prendiamo e questo è il lavoro che cominceremo a fare insieme dal prossimo mese di gennaio.

Allora, alla prossima!