Referendum ambiente e aria pulita

n. 5 quesiti referendari proposti dal Comitato Promotore Referendum per Milano

Il Collegio dei Garanti nella seduta del 2 marzo 2011, dopo attento esame dei quesiti referendari (documento n. 1), ha dichiarato ammissibili ai sensi dell'art. 15 dello Statuto le proposte di referendum nel testo di seguito riportato (documento n. 2).

I Garanti hanno inoltre verificato la regolare presentazione delle richieste di referendum e la sufficienza delle sottoscrizioni, così come richiesto dall’art. 7, comma 2, del Regolamento per l’attuazione dei diritti di partecipazione popolare.

In data 7 marzo 2011 le decisioni del Collegio (documento n. 3) sono state trasmesse, a norma di Regolamento, al Signor Sindaco per la comunicazione ai promotori.


Esame ricorso presentato dal Comitato Promotore Referendum per Milano

Nella seduta del 22 febbraio 2012 il Collegio dei Garanti ha avviato la procedura diretta ad esaminare il ricorso presentato, ai sensi dell’art. 24 del Regolamento per l’attuazione dei diritti di partecipazione popolare, dal Comitato Promotore Referendum per Milano sulla conformità all’avviso espresso dagli elettori a seguito della consultazione referendaria del 12 e 13 giugno 2011.

Il Collegio dei Garanti, al fine di acquisire tutti gli atti ed elementi di conoscenza utili ai fini della  procedura attivata ai sensi dell’art. 24 del Regolamento per l’attuazione dei diritti di partecipazione popolare, ha indetto l’audizione,  in data 20 marzo 2012 dei rappresentanti del Comitato referendari; il 29 marzo 2012 ha quindi fissato incontro per audizione, per ulteriori approfondimenti e valutazione ai fini del ricorso, degli atti adottati dall’Amministrazione, l’Assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo Urbano, Verde del Comune di Milano.

Nella seduta del 4 aprile 2012 i Garanti hanno fissato audizione con i rappresentanti del Comitato Promotore Referendum per Milano e hanno preso atto della volontà di rinunciare al ricorso presentato il 9 febbraio 2012 espressa dal Segretario del Comitato dr. Cappato e dal componente dr. Fedrighini alla luce della deliberazione n. 599/2012 adottata dalla Giunta comunale il 23 marzo 2012. Il Collegio ha pertanto dichiarato concluso il procedimento avviato per rinuncia agli atti da parte dei ricorrenti, dichiarando la cessazione della materia del contendere.

Argomenti: