Quartiere Quarto Oggiaro

Si tratta di un programma sperimentale articolato in più linee di intervento integrate riguardanti la residenza e i servizi; in particolare:

  •  per quanto riguarda la residenza, il progetto prevede il recupero di 100 alloggi “sottosoglia" attraverso il loro accorpamento – con il rifacimento delle colonne degli impianti generali - per immettere 50 nuovi alloggi nel processo di assegnazione mediante la graduatoria ERP, all’interno della quale sarà possibile dare risposta a categorie specifiche, quali le madri sole con minori a carico, con riguardo ai nuovi servizi da realizzare; il progetto prevede la sperimentazione in campo di risparmio energetico mediante l’allacciamento dei due isolati oggetto di intervento alla rete del teleriscaldamento, anche allo scopo di contribuire alla riduzione degli attuali problemi manutentivi degli edifici;
  • per quanto riguarda i servizi, il progetto prevede il recupero di 3 unità ad uso diverso dal residenziale site al piano terra di piazza Capuana, con il duplice obiettivo di insediare nuove funzioni di servizio al quartiere, che contribuiscano ad animare e popolare la piazza, e di offrire una dimensione integrata della risposta abitativa. Per la definizione delle funzioni da insediare (con particolare riferimento alla prevenzione del disagio giovanile, alla promozione dell’imprenditorialità e al sostegno alla conciliazione tra tempi di lavoro e tempi di cura) è già in corso un lavoro congiunto con il Municipio 8 e le realtà territoriali interessate. Nel frattempo sono già state avviate iniziative di riassegnazione di alcune unità sfitte che potranno così ospitare iniziative di microimprenditoria per contribuire alla rivitalizzazione dell'ambito.

Il costo per la realizzazione dell’intervento ammonta a 2,5 milioni di euro, di cui: il 50% finanziato con fondi statali e il restante 50% a carico del bilancio comunale. 

Per attuare il progetto è stato avviato, e già concluso, il processo di mobilità, che ha previsto il trasferimento degli inquilini in altri alloggi più ampi e ristrutturati e la riformulazione degli accordi per la gestione di alcune unità abitative già affidate a Coop. Dar Casa e Fondazione S. Carlo, attraverso i quali verrà data continuità ai progetti dei due enti per l’ospitalità di nuclei in difficoltà abitativa. Il piano di mobilità è stato avviato grazie ad un accordo raggiunto con le OO.SS. di categoria e con il Comitato Inquilini, con le quali si è definito un apposito protocollo di intesa.

Gli spazi commerciali che affacciano su piazza Capuana sono attualmente inutilizzati, per la riassegnazione delle suddette unità commerciali per funzioni di interesse pubblico è partito un progetto di riqualificazione, che lavora su tre unità immobiliari al numero civico 3 di piazza Capuana; che prevede il successivo riutilizzo degli stessi.Sono stati effettuati i lavori di ristrutturazione interna degli spazi che consegneranno ai cittadini:

  • un Poliambulatorio che inizialmente svolgerà la funzione di presidio infermieristico e Punto Prelievi;
  • un altro spazio di circa 100 mq la cui funzione sociale sarà individuata successivamente in accordo col Municipio 8.

Il progetto è realizzato.