Emergenze ambientali

Cosa sono le emergenze ambientali?
Per emergenze ambientali si intendono quelle situazioni in cui possono verificarsi problemi di carattere igienico-sanitario ed un grave pregiudizio per l'ambiente in aree pubbliche o private da attribuire a:

  • presenza di rifiuti, anche contenenti amianto
  • comportamenti illeciti di singole persone o attività produttive.

Di norma, gli accertamenti sono affidati agli organi di vigilanza competenti, quali la Polizia Locale di Milano, l’Agenzia per la Tutela della Salute (ATS) e ARPA.

Aree private
Nelle aree private è possibile intervenire sulla base degli accertamenti effettuati dagli organi tecnici, emettendo provvedimenti relativi alle problematiche connesse alle situazioni di degrado segnalate. Tra queste, ad esempio:

  • la presenza di vegetazione incolta
  • la proliferazione abnorme di topi o insetti
  • la presenza di rifiuti speciali e/o pericolosi.

Aree comunali
Anche le aree e gli immobili di proprietà comunale sono talvolta soggetti ai medesimi fenomeni di degrado e, per questo motivo, sono programmati e finanziati interventi di pulizia, anche a supporto di altri Settori comunali, con la finalità di ricondurre i luoghi interessati ad idonee condizioni igienico-sanitarie e di decoro.

Amianto su aree private
La normativa vigente distingue:

  • i compiti di monitoraggio e manutenzione delle strutture contenenti amianto (coperture, coibentazioni, canne fumarie ecc.), che sono a carico del proprietario
  • le attività di vigilanza e controllo, affidate agli Uffici di prevenzione della ATS.

Il Comune di Milano, in data 12 dicembre 2013 aveva però sottoscritto con ATS un Protocollo per la Gestione delle Segnalazioni che, al momento, è in fase di ridefinizione alla luce delle risultanze della Legge Regionale n. 5 del 25 gennaio 2018.

Utilizza i servizi