null Quartieri. Un nuovo ‘Punto luce’ per i ragazzi in difficoltà, arriva il futuro della ex scuola di via Ojetti

Quartieri. Un nuovo ‘Punto luce’ per i ragazzi in difficoltà, arriva il futuro della ex scuola di via Ojetti

Aggiudicato a Save the Children il bando per la riqualificazione dell’immobile al Gallaratese  

Milano, 1° ottobre 2021 - Realizzazione di un nuovo ‘Punto luce’, dedicato alla prevenzione e al contrasto della povertà educativa, alla base di profonde disuguaglianze sociali che la pandemia da Covid-19 ha ulteriormente acuito, e un hub di servizi dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie. Una nuova sede che vuole offrire opportunità educative, culturali e sociali messe gratuitamente a disposizione delle bambine, dei bambini e degli adolescenti, e dove verranno anche elaborati piani individuali di supporto per minori in condizioni certificate di disagio economico, che verranno individuati grazie alla rete territoriale, in primis la scuola e i servizi sociali di riferimento.  

Sarà Save the Children Italia Onlus a guidare la rinascita dell’ex edificio scolastico di via Ojetti 20, al Gallaratese. L’organizzazione internazionale, che da oltre un secolo opera per migliorare la vita dei bambini in tutto il mondo, si è infatti aggiudicata l’Avviso pubblico per la riqualificazione, che comprenderà una ristrutturazione completa, e in seguito la gestione della ex scuola, attraverso l’istituto della concessione del diritto di superficie della durata di 30 anni. 

Si tratta di uno stabile realizzato a fine anni Sessanta, che si estende per una superficie coperta di circa mille mq di un solo piano fuori terra, cui va aggiunta un’ampia zona pertinenziale per una superficie complessiva catastale dell’area di oltre 3.130 mq, e che in passato ha ospitato una scuola materna, un centro anziani, servizi sociali di varia natura e una sede Asl. Da tempo, però, è inutilizzato, anche perché bisognoso di interventi manutentivi, da quelli di consolidamento statico a quelli di adeguamento impiantistico. 

Finora, nessun soggetto privato aveva presentato progetti adeguati quanto a valorizzazione e utilizzo degli spazi. Nei mesi scorsi, invece, Save the Children ha avanzato la proposta di realizzazione di una sede per servizi rivolti ai giovani, che l’Amministrazione ha giudicato di pubblico interesse, venendo così a costituire un utile riferimento per la costruzione di un bando di gara le cui richieste hanno rispettato i principi di economicità, efficacia, parità di trattamento, trasparenza, tutela dell’ambiente ed efficienza energetica. 

Sono già 26 i ‘Punti luce’ in tutta Italia, e nella città di Milano esistono quelli di Quarto Oggiaro, in partenariato con Acli Milano, e del Giambellino, in partenariato con la Cooperativa sociale Comunità del Giambellino, che hanno raggiunto finora oltre 1400 ragazzi.  

Argomenti:

Aggiornato il: 01/10/2021