null Polizia locale. Firmato protocollo d’intesa con Agenzia delle dogane e Camera di commercio

Polizia locale. Firmato protocollo d’intesa con Agenzia delle dogane e Camera di commercio

Insieme al Nucleo antiabusivismo saranno realizzate azioni congiunte di vigilanza sul mercato, lotta alla contraffazione e tutela del made in Italy

Milano, 19 novembre 2020 – È stato siglato oggi un protocollo d’intesa tra la Polizia locale di Milano, in particolare il Nucleo antiabusivismo, la Direzione territoriale Lombardia dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e la Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi, per la realizzazione di azioni congiunte in materia di vigilanza sul mercato, lotta alla contraffazione e tutela del made in Italy.

Il protocollo ha come finalità il rafforzamento delle azioni sinergiche per contrastare, sia in termini preventivi che repressivi, le condotte illecite legate al fenomeno della contraffazione e al commercio illegale di prodotti pericolosi per la salute, nei settori dell’alimentazione, giocattoli, materiale elettrico, dispositivi di protezione individuale, tessili, calzature, metalli preziosi, strumenti di misura, cosmesi, farmaci, dispositivi medici e prodotti ricadenti nell’ambito di applicazione degli artt. 102-112 del D. Lgs. n. 206/2005 del Codice del consumo e del D. Lgs. n. 152/2006 (cd. Codice dell’ambiente).

Con successivi accordi operativi potranno essere disciplinate singole iniziative e azioni da attuare sul territorio, con particolare attenzione al settore dell’e-commerce che proprio durante l’emergenza Covid-19 ha registrato un trend in crescita, modificando le abitudini di acquisto in tutto il mondo.

Campagne informative congiunte saranno l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sui rischi connessi all’acquisto di prodotti non conformi alle normative nazionali ed europee di qualità e sicurezza e sui pericoli inerenti al dilagare del fenomeno della contraffazione.

Iniziative educative saranno attuate in particolare nei confronti dei giovani consumatori, principali vittime o artefici dell’acquisto, in strada o su internet, di prodotti contraffatti o non conformi alle normative.

Saranno organizzati incontri formativi e di aggiornamento, con particolare riguardo ai metodi innovativi anticontraffazione e all’utilizzo delle banche dati.

Aggiornato il: 19/11/2020