null PA TALIEDO - Procedimento di verifica di assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) - Individuazione degli Enti e dei Soggetti

PA TALIEDO, riguardante la rigenerazione dell’area dell’ex “Magazzini Commissariato Taliedo” sita in via Bonfadini 73, Milano. DD 6935 del 30 agosto 2021 - Procedimento di verifica di assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica (VAS) - Individuazione degli Enti e dei Soggetti.

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE
Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree
DI CONCERTO CON:
• Area Risorse Idriche e Igiene Ambientale

OGGETTO
INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI COMPETENTI IN MATERIA AMBIENTALE, DEGLI ENTI TERRITORIALMENTE INTERESSATI, DEI SOGGETTI FUNZIONALMENTE INTERESSATI E DEI SINGOLI SETTORI DEL PUBBLICO, INTERESSATI ALL’ITER DI VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA’ A VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) – DI CUI ALLA DIRETTIVA 42/2001/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA DEL 27.06.01 – DELLA PROPOSTA DI PIANO ATTUATIVO RIGUARDANTE LA RIGENERAZIONE DELL’AREA DELL’ EX “MAGAZZINI COMMISSARIATO TALIEDO” IN VIA BONFADINI 73, MILANO.

Responsabile Procedimento L.241/1990 : Giancarlo Tancredi - Area Pianificazione Tematica e
Valorizzazione Aree

IL DIRETTORE (Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree)

VISTO
- la Direttiva 42/2001/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27.06.2001, concernente la
valutazione degli effetti di determinati Piani e Programmi sull'ambiente
- il Decreto Legislativo n. 152 del 03.04.2006 e s.m.i.
- l'art. 16 della L. n. 1150 del 17.08.42 e s.m.i.;
- l'art. 4 della Legge Regionale n. 12 del 11.03.2005 e s.m.i. che disciplina la valutazione degli
effetti derivanti dall'attuazione di determinati Piani e Programmi sull'ambiente;
- la Deliberazione del Consiglio Regionale n. VIII/351 del 13.03.2007, con la quale sono stati
approvati gli indirizzi generali per la valutazione Ambientale di Piani e Programmi;
- la Deliberazione del Giunta regionale n. VIII/6420 del 27.12.2009, con cui sono stati approvati i
modelli metodologici procedurali per la Valutazione Ambientale Strategica di Piani e Programmi;
- la Deliberazione del Consiglio regionale n. VIII/10971 del 30.12.2009, per il recepimento delle
disposizioni di cui al Decreto Legislativo n. 4 del 16.01.2008 e la conseguente modifica,
integrazione ed inclusione di nuovi modelli;
- la Deliberazione del Giunta regionale n. 9/761 del 10.11.2010 e s.m.i., per il recepimento delle
disposizioni di cui al Decreto legislativo n. 128 del 29.06.10;
- la circolare intitolata "L'Applicazione della Valutazione Ambientale di Piani e Programmi - VAS
nel contesto comunale", approvata con Decreto n. 13071 del 14.12.10 da parte della Direzione
Generale Territorio e Urbanistica della Regione Lombardia;
- l'art. 107 del Decreto Legislativo n. 267 del 18.08.2000;
- l'art. 71 dello Statuto del Comune di Milano.

PRESUPPOSTO
• che l'Amministrazione Comunale:
◦ in data 13.06.2017 (PG. 272347/2017) ha ricevuto la richiesta di esame della proposta iniziale di Piano Attuativo (P.A.) da parte di CDP Immobiliare Srl con sede in Roma, per il comparto in oggetto;
◦ con nota 22143/2018 del 16.01.2018 ha comunicato la conclusione della c.d. istruttoria preliminare, invitando l’operatore ed i progettisti a consolidare le indicazioni emerse nei riportati pareri;
• che il Direttore dell’Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree, in qualità di Responsabile per la predisposizione degli atti necessari all’approvazione del Piano, è l’Autorità Procedente;
• che con Determinazione Dirigenziale n. 40 del 09.12.13 del Direttore del Settore Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree (ora Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione aree) è stato individuato il Settore Politiche Ambientali ed Energetiche (ora Area Risorse Idriche e Igiene Ambientale) quale Autorità Competente per le procedure di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e di verifica di assoggettabilità a VAS relative a tutti i Piani e Programmi di competenza del settore PTVA;
• che l'Autorità Procedente, su indicazione dell'Autorità Competente, ha ritenuto, ai sensi degli articoli 3 e 12 del D.Lgs 152/2006 e dell'articolo 16 comma 12 della legge n 1150/1942 e s.m.i., di sottoporre il piano in oggetto a procedura di verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica VAS, al fine di verificare se lo stesso produca impatti significativi sull'ambiente;
• che in data 26/11/18 l’Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree, con Determinazione
dirigenziale n. 66/2018 (PG 522605/2018), ha avviato la procedura di verifica di assoggettabilità a VAS ed il relativo avviso di avvio del procedimento è stato pubblicato all’Albo Pretorio, sul sito web del Comune di Milano e sul sito web regionale (SIVAS);

Preso atto che:
• in data 14.10.2019 con Delibera del Consiglio Comunale n. 34 è stato approvato Il Piano di Governo del Territorio (PGT MILANO 2030), divenuto efficace a seguito di pubblicazione sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia n. 6 in data 05.02.2020;
• ai sensi del P.G.T. vigente l’area di intervento ha una capacità edificatoria pari a mq. 35.008 di SL ed è soggetta alla seguente disciplina:
◦ Piano delle Regole:
- ricade all’interno del Tessuto Urbano Consolidato (TUC); è individuata nelle tavole (R.01) “Fattibilità geologica e idraulica”, (R.02) “Indicazioni urbanistiche” e (R.03) “Indicazioni morfologiche” come compresa all’interno del Tessuto urbano di Recente Formazione (TRF), nonché ricadente negli Ambiti di Rinnovamento Urbano (ARU) di cui all’art. 23 e nella Rigenerazione Ambientale di cui all’art. 15.3;
- nelle aree comprese nel Tessuto Urbano Consolidato (TUC) è attribuito un Indice di edificabilità
Territoriale unico pari a 0,35 mq/mq, ed è consentito il raggiungimento di un Indice di edificabilità
Territoriale massimo di 0,70 mq/mq, mediante l’utilizzo, in alternativa o in forma composta, di diritti edificatori anche perequati, premialità di cui all’articolo 13 del piano delle Regole e quote di Edilizia Residenziale Sociale di cui all’ art. 9 del Piano delle Regole;
- è individuata nella tavola (R.08) “Ostacoli e Pericoli per la Navigazione Aerea” tra le aree sottoposte ad un regime di limitazione all’edificazione e a verifiche sovraordinate – vincoli aeroportuali – Superficie Orizzontale Interna (SOI), con altezza massima dell'edificato limitata a 147,85 m slm;
- è individuata nella tavola (allegato n.1) “Carta di attribuzione del giudizio sintetico di sensibilità
paesaggistica” tra le aree di valorizzazione del paesaggio urbano delle componenti del paesaggio, in ambiti nei quali è attribuita, quale giudizio sintetico prevalente, la classe 2 di sensibilità paesaggistica bassa;
• Piano dei Servizi:
-è individuata per la porzione di mq 662, nella tavola (S.02) “Il sistema del verde urbano e delle
infrastrutture per la mobilità” tra le infrastrutture per la mobilità e il trasporto pubblico – aree per la mobilità stradale di nuova previsione (pertinenze indirette);
• con provvedimento del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Lombardia di verifica dell’interesse culturale dei beni immobili ai sensi del D.lgs 42/2004 e s.m.i. del 26/11/2013, MBAC-DR-LOM TUTBAP 0012946, CI 34.07.01/6 è stata espressa “valutazione di non interesse” dell’area di intervento, non dimostrando il complesso oggetto di valutazione caratteri materici, formali, tipologici e architettonici tali da giustificarne la sottoposizione a tutela e non possedendo i corpi di fabbrica ubicati nel settore settentrionale della particella 76 del Foglio N.C.T 534 ma privi di identificazione catastale, così come quello insistente sulla particella 214 del Foglio N.C.T. 535, il requisito di vetustà ex art. 12-comma 1 del D.lgs 42/2004 e s.m.i. per la sottoposizione a verifica dell’interesse culturale;
• il sito è oggetto di un procedimento di bonifica ai sensi dell’art. 242 del D.Lgs. 152/06 avviato in data 15/05/2020 con provvedimento del Comune di Milano P.G. 171974;
• l’Area Bonifiche del Comune di Milano con nota 204575 del 10/06/2020 ha autorizzato il piano di caratterizzazione con prescrizioni;
• In data 13.07.2021 (Prot. 21/07/2021.0406570.E) l’operatore ha presentato la proposta definitiva del Piano Attuativo in oggetto.

Precisato che:
• la procedura per la VAS, così come deliberata dal D. Lgs. 03.04.06 n. 152 e s.m.i., nonché dalla D.G.R. 27.12.07 n. VIII/6420, della D.G.R. 30.12.09 n. VIII/10971, dalla D.G.R. 10.11.10 n. IX/761 e dalla circolare applicativa approvata in data 14.12.10, prevede che l’Autorità Procedente, d’intesa con l’Autorità Competente, individui e definisca:
◦ i soggetti competenti in materia ambientale, gli enti territorialmente interessati, i soggetti
funzionalmente interessati e i singoli settori del pubblico interessati all’iter decisionale;
◦ le modalità di convocazione della conferenza di verifica, di informazione e di partecipazione del
pubblico, di diffusione e pubblicizzazione delle informazioni.

DETERMINA
1. di individuare, ai sensi dell’art. 12, comma 2, del D. Lgs. 03.04.06 n. 152 e s.m.i., nonché, della D.G.R. del 27.12.09 n. VIII/6420 così come modificata ed integrata dalla D.G.R. del 30.12.09 n. VIII/10971 e dalla D.G.R. del 10.11.10 n. IX/761 e della circolare applicativa approvata in data 14.12.10:
- quali soggetti competenti in materia ambientale, da consultare obbligatoriamente:
• ARPA Lombardia;
• ATS Milano – Città Metropolitana;
• Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano;
- quali enti territorialmente interessati, da consultare obbligatoriamente:
• Regione Lombardia, Direzione Generale Territorio e Protezione Civile;
• Città Metropolitana di Milano;
• Autorità di Bacino del Fiume Po;
- quali soggetti funzionalmente interessati da invitare alla conferenza di verifica:
• Municipio n. 4;
• ATO Città Metropolitana di Milano;
• MM s.p.a
• ATM s.p.a.
• Unareti s.p.a;
• Ente nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC);
• Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo (ENAV);
- quali singoli settori del pubblico interessati all’iter decisionale:
• associazioni ambientaliste riconosciute a livello nazionale, associazioni di categorie interessate, ordini e collegi professionali, consorzi irrigui, di bonifica e di depurazione, Università ed enti di ricerca, soggetti gestori dei servizi pubblici operanti sul territorio di Milano, cittadini singoli o associati che possano subire gli effetti della procedura decisionale in materia ambientale o che abbiano un interesse in tale procedura; CDP Immobiliare, – per conto di CDP Investimenti SGR – in qualità di proprietari dell’area interessata da Piano Attuativo;

2. di dare atto che le modalità di svolgimento della verifica di assoggettabilità alla Valutazione Ambientale Strategica, le modalità di informazione e comunicazione sono definite secondo il percorso metodologico
– procedurale di informazione e di partecipazione del pubblico, di diffusione e pubblicizzazione delle informazioni di cui alla DGR n. VIII/ 6420 del 27.12.07 così come modificata ed integrata dalla DGR n. VIII/10971 del 30.12.09 e dalla DGR 10.11.10 n. IX/761 e s.m.i.; in particolare si provvederà a:
◦ mettere a disposizione il Rapporto Preliminare tramite pubblicazione sui siti web del Comune di Milano e della regione Lombardia (SIVAS);
◦ mettere a disposizione la suddetta documentazione altresì tramite deposito presso il Palazzo Comunale di Via Sile, 8 – 7° piano (Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree – Autorità Procedente) sia al 3° piano (Area Risorse Idriche e Igiene Ambientale-Autorità Competente);
◦ comunicare puntualmente la messa a disposizione del Rapporto Preliminare della proposta di Piano Attuativo ai soggetti competenti in materia ambientale, agli enti territorialmente interessati e ai soggetti funzionalmente interessati sopra citati e garantire l’informazione e la partecipazione dei singoli soggetti del pubblico interessati;
◦ acquisire elementi informativi, valutazioni e pareri in merito alla verifica di assoggettabilità alla
Valutazione Ambientale Strategica, indicendo, ai sensi degli artt. 14 e seguenti della L. 7.08.1990 n. 241 e s.m.i., una Conferenza di verifica alla quale verranno invitati ad esprimersi i soggetti competenti in materia ambientale, gli enti territorialmente interessati e i soggetti funzionalmente interessati;
◦ redigere il verbale della Conferenza di verifica e mettere a disposizione lo stesso tramite pubblicazione sul sito web del Comune e della Regione (SIVAS);
◦ raccogliere e valutare i contributi e le osservazioni che saranno trasmessi all’Autorità Procedente e/o all’Autorità Competente nel periodo di messa a disposizione;
◦ mettere a disposizione il provvedimento contenente la decisione in merito alla verifica di assoggettabilità alla VAS, mediante pubblicazione sul sito web del Comune e della Regione (SIVAS).

IL DIRETTORE (Area Pianificazione Tematica e Valorizzazione Aree)
Giancarlo Tancredi (Dirigente Adottante)
IL DIRETTORE (Area Risorse Idriche e Igiene Ambientale)
Angelo Pascale (Resp. di concerto)

Pubblicato il: 03/09/2021