null Mobilità. Buono taxi, allargata la platea dei beneficiari e aumentato il rimborso sulla spesa della corsa

Mobilità. Buono taxi, allargata la platea dei beneficiari e aumentato il rimborso sulla spesa della corsa

Assessora Censi: "Servizio utile che miriamo a incentivare. Speriamo che il Governo proroghi il termine"

Milano, 12 dicembre 2021 — Ampliare la platea dei beneficiari e rimborsare la quota massima consentita sulla spesa della corsa: questa la decisione presa in Giunta sui Buoni viaggio taxi, entrati in vigore dal maggio scorso, approvando la delibera che modifica le linee di indirizzo per la concessione delle agevolazioni tariffarie del servizio taxi e noleggio con conducente.

Da lunedì 13 al 31 dicembre, i Buoni viaggio, utilizzabili su taxi e veicoli NCC (auto pubblica a noleggio con conducente) aderenti all'iniziativa, rimborseranno la quota massima prevista sulla singola corsa, fino a 20 euro a viaggio, e fino a 200 euro complessivi a persona.

Sino ad oggi, hanno potuto beneficiare di questa opportunità i cittadini residenti a Milano con mobilità fisica ridotta, con patologie accertate, anche temporanee, le persone affette da patologie accertate e persone soggette a terapie salvavita. Oltre alle persone appartenenti a nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica, per esempio dove uno dei componenti svolge attività lavorative appartenenti a codici ATECO soggette a limitazioni sul contenimento della diffusione del virus e tutti i cittadini in stato di bisogno, con un ISEE pari o inferiore a 28.000 euro e persone disoccupate o in cassa integrazione.

Ora, recependo una possibilità offerta dal Governo, a questo elenco si aggiungono le donne in gravidanza, le persone a partire dal 65° anno di età, le persone affette da malattie che necessitano di cure continuative. Altra novità è che ora, per tutti, il beneficio è valido anche se accompagnati.
Il sistema, affidato a Telepass, richiede per il cittadino beneficiario del servizio di essere in possesso della tessera sanitaria ovvero del numero di codice fiscale, e per i taxi di aver scaricato una app.
 
Per coloro che si sono già iscritti alla piattaforma del Comune, la nuova opzione partirà in automatico, per i nuovi utenti sarà necessario preiscriversi al servizio attraverso la piattaforma disponibile all’indirizzo https://formshd4.comune.milano.it/pages/buoniviaggio/index.jsp, rilasciando i propri dati anagrafici e autocertificando la propria appartenenza ad una delle categorie beneficiarie dell'agevolazione.

Riceverà quindi una conferma di attivazione e quando vorrà usare l'agevolazione sarà sufficiente mostrare la tessera sanitaria al tassista, il quale grazie all'app già scaricata sul cellulare, inserirà il codice fiscale dell'utente per la verifica e a fine corsa inserirà il costo del viaggio.
Al momento sono quasi 3.000 i taxi aderenti e oltre 5000 i beneficiari che hanno effettuato oltre 36.000 viaggi, fruendo complessivamente di buoni viaggio per un valore circa 315.000 euro.

"Abbiamo scelto di allargare a più persone la possibilità di usufruire di questo servizio e portare il rimborso al massimo previsto dalla legge — ha spiegato Arianna Censi, assessora alla Mobilità — per incentivare l'utilizzo di una misura che consente di muoversi meglio, soprattutto alle categorie più fragili, utilizzando e valorizzando i taxi, servizio complementare al trasporto pubblico locale. Abbiamo già programmato un incontro con i rappresentanti dei tassisti per confrontarci con loro e promuovere l’adesione all’iniziativa. Ci auguriamo che il Governo accolga la richiesta di proroga dei termini affinché questo utile servizio possa continuare anche nel 2022".

"La distanza, unita ai rischi dovuti all'emergenza pandemica — aggiunge l’assessora ai Servizi civici Gaia Romani — può costituire un ostacolo per molte persone che hanno bisogno di raggiungere servizi essenziali, tra cui le sedi dell’anagrafe o dei municipi. In questo modo offriamo ad anziani, fragili e donne incinte la possibilità di raggiungerle, in modo più sicuro e agevole. Può essere utilizzato persino per portare un saluto ai propri cari al cimitero, una difficoltà che in molti cittadini e cittadine mi hanno segnalato. Mi unisco all'appello della mia collega Censi, augurandomi che il servizio venga prorogato per tutto il prossimo anno".

Aggiornato il: 16/12/2021