null Edilizia. Bonus centri storici e bonus facciate, modalità di accesso

Edilizia. Bonus centri storici e bonus facciate, modalità di accesso

Milano, 20 novembre 2020 – Il Comune di Milano rientra nell'elenco dei comuni per i quali è prevista la possibilità di richiedere il bonus contributo a fondo perduto per i centri storici previsto dal Decreto legge n. 104 del 14 agosto 2020.

Le attività di vendita di beni o servizi al pubblico possono inviare apposita istanza, da presentare esclusivamente mediante il servizio web disponibile nell'area riservata del portale “Fatture e corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia delle entrate, per la richiesta del contributo dal 18 novembre 2010 al 14 gennaio 2021, se in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere la partita IVA attiva alla data del 30 giugno 2020 e non cessata alla data di presentazione dell'istanza; 
  • svolgere un’attività di vendita di beni o servizi al pubblico nelle zone A del DM n. 1444/1968, ovvero nei Nuclei di antica formazione (NAF) del vigente Piano di governo del territorio (PGT). 

Dal servizio di mappa è possibile verificare se la sede della propria attività sia localizzata all'interno del centro storico (zona A) attraverso sia la ricerca per indirizzo (nome via e civico) sia la ricerca per dati catastali (foglio e mappale). 

Lo stessa mappa permette di verificare la possibilità di accedere all'agevolazione fiscale prevista dalla Legge di bilancio 2020 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, compresi gli immobili strumentali.

In questo caso gli edifici devono essere ricompresi nelle zone A e B del DM n. 1444/1968.

Per informazioni è possibile consultare la pagina dedicata al Bonus centri storici e facciate sul nostro portale.

Corrispondenza zone omogenee DM e ambiti PGT

Bonus facciate – Bonus centri storici e bonus facciate

Aggiornato il: 20/11/2020