null Commercio. Dal Comune 400mila euro per valorizzare i distretti urbani

Commercio. Dal Comune 400mila euro per valorizzare i distretti urbani

Tajani: "Vogliamo sostenere la ripartenza delle imprese dopo lo stop dovuto all’emergenza Covid" – Avviso pubblico per la concessione di contributi a sostegno delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato ubicate all’interno degli ambiti territoriali dei distretti urbani del commercio di Milano

Milano, 1° giugno 2021 – Milano sostiene le micro,  piccole  e medie imprese del commercio, della ristorazione e dell’artigianato per far ripartire l’economia della città.  Da oggi e sino a fine mese, mercoledì 30 giugno, sarà possibile presentare le domande per accedere ai 400mila euro messi a disposizione dall’Amministrazione comunale per sostenere le imprese presenti nei nove Distretti urbani del commercio (DUC) cittadini e riconosciuti da Regione Lombardia: Brera, Buenos Aires, Galleria, Giambellino, Isola, Navigli, Ticinese, Sarpi e XXV aprile.

"Un sostegno concreto per dimostrare la vicinanza dell’Amministrazione a tutte quelle piccole realtà commerciali che nonostante le difficoltà dettate dall’emergenza Covid decidono di investire nella riqualificazione della propria attività, partecipando alla ripartenza economica della città - commenta l’assessora alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani -. Un piccolo contributo che può rappresentare il punto di partenza o l’incentivo per i giovani che decidono di investire il proprio futuro in un’attività commerciale o artigiana contribuendo così a rivitalizzare la vocazione commerciale dei nove distretti".

Nello specifico, il bando mette disposizione 400mila euro a sostegno delle imprese già esistenti e delle nuove attività che hanno realizzato o realizzeranno investimenti per l’adeguamento strutturale e operativo delle sedi alle nuove esigenze di sicurezza e protezione della collettività e dei consumatori dettate dalle normative anti-Covid. Sono ammesse anche le spese sostenute per l’organizzazione di nuovi servizi di logistica, trasporto e consegne a domicilio, vendita online. Il contributo previsto per ogni singola realtà sarà pari al 50% della spesa ammissibile (in conto capitale e di parte corrente) al netto di IVA, sino ad un massimo di 3 mila euro per spese effettuate nel periodo compreso dal 5 maggio 2020 al 30 agosto 2021.

Potranno presentare domanda tutte le micro, piccole e medie imprese ubicate all’interno degli ambiti territoriali definiti dai rispettivi DUC e operanti nel settore della ristorazione, della somministrazione e della vendita diretta al dettaglio di beni e di servizi nonché quelle realtà che forniscono servizi tecnologici di logistica, trasporto e consegna a domicilio alle imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato operanti in tutto o in parte nel territorio del DUC.

Ulteriori informazioni e le modalità di partecipazione sono disponibili nella sezione bandi e gare del portale.

Aggiornato il: 01/06/2021