Servizio salute mentale

Servizio salute mentale

L'ambito d'azione

"Non c'è salute senza salute mentale "

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute mentale come “una delle componenti centrali del capitale umano, sociale ed economico delle nazioni e da considerare parte integrante delle politiche relative ai diritti di cittadinanza, all’assistenza sociale, all’educazione, al lavoro.”

Questa Amministrazione, nel rispetto dei principi sanciti dall’OMS e recependone le linee di intervento,  si propone di accompagnare chi si misura con il disagio psichico, di sconfiggere  lo stigma, di innescare un grande patto  con istituzioni, enti, associazioni, operatori, familiari e  persone  che soffrono a causa del disagio psichico.

I cambiamenti e le scelte in atto hanno determinato nell’Amministrazione la convinzione e la decisione di costituire il Servizio Salute Mentale, che intende promuovere e consolidare un vero e proprio sistema di servizi ed interventi dedicati alle persone con disagio psichico, ai loro familiari, sviluppando e consolidando una rete sinergica con i soggetti istituzionali, le realtà del terzo settore e del privato sociale.

Il Servizio Salute Mentale si impegna alla realizzazione di attività volte all’inclusione sociale, alla vita autonoma  e alla promozione di iniziative a contrasto di qualsiasi forma di discriminazione,  nell’obiettivo più ampio di  sancire il diritto ad un benessere esistenziale, alla vita, al lavoro.

Valori fondativi e finalità:
• Lotta allo stigma, ascolto, sensibilizzazione, prevenzione e diagnosi precoce;
• Empowerment: accompagnamento, supporto, sostegno per l’autoaffermazione della persona;
• Sostegno della vita autonoma, abitare, integrazione lavorativa, inclusione sociale.

Progettualità e azioni con:
• ASL – Azienda Sanitaria Locale: all’interno dell’OCSM - Organismo di Coordinamento per la Salute Mentale e Residenzialità Leggera;
• Aziende Ospedaliere: DSM - Dipartimenti di Salute Mentale delle Aziende Ospedaliere Fatebenefratelli, Niguarda Ca’ Granda, Sacco, San Carlo, San Paolo, per gli interventi continuativi nell’area Salute Mentale;
• 21 CPS - Centri Psico Sociali: fondo sociale;
• Associazioni Terzo settore e Privati no Profit: interventi di Rete e tavolo del Piano di Zona (sono coinvolti circa26 rappresentanti).

Interventi continuativi nell’Area Salute Mentale

Il Comune di Milano promuove e finanzia, ad integrazione del fondo sociale, in collaborazione con i Dipartimenti di Salute Mentale delle Aziende Ospedaliere cittadine, gli interventi continuativi nell’area Salute Mentale, finalizzati allo sviluppo della vita autonoma, all’inclusione sociale e all’inserimento lavorativo dei cittadini con disagio psichico.
Tutti gli interventi vengono svolti direttamente dai Dipartimenti di Salute Mentale  (D.S.M.) delle Aziende Ospedaliere, che valutano la presa in carico delle persone afferenti ai Centri Psico Sociali territoriali nel bacino d’utenza di competenza.
Il Servizio Salute Mentale affianca nella progettazione i D.S.M. ne condivide gli interventi e monitora costantemente le attività svolte.

 
 
Azienda Ospedaliera

Intervento 

Fatebenefratelli 

Proviamoci Assieme – Molise Calvairate – Attività di sostegno e piccoli interventi di ristrutturazione degli appartamenti con la Cooperativa Detto Fatto.

Fatebenefratelli 

Promozione  di un quarto settore attivo nel quartiere San Siro.

Fatebenefratelli 

Pasti a domicilio e supporto alla quotidianità. Il servizio è erogato dal Laboratorio Procaccini ed è sovra zonale.

Niguarda Ca’ Granda 

Laboratorio Solidale in Comasina – Sviluppo della rete sociale naturale ed attivazione di interventi individuali. Il Dipartimento di Salute Mentale collabora con l’Associazione Contatto.

Sacco 

Supported Housing – Programmi riabilitativi per il reinserimento e mantenimento al domicilio.

Sacco 

Ala Sacco – Percorsi di integrazione lavorativa sui giovani.

San Carlo 

Autonomia – Percorsi di riabilitazione precoce sui giovani agli esordi clinici del disagio.

San Paolo 

ALA San Paolo – Percorsi di integrazione lavorativa

Interventi preventivi e di Rete nell’Area Salute Mentale

Il Comune di Milano, nell’ambito degli indirizzi e delle azioni previste e descritte nel Piano di Sviluppo del Welfare della Città di Milano, promuove azioni di sensibilizzazione, ascolto e lotta allo stigma e favorisce interventi per la prevenzione dei comportamenti a rischio attraverso la  costituzione e il consolidamento di una  Rete fra le  Istituzioni, il Terzo settore e le Associazioni del territorio, per condividere, affiancare, supportare e valorizzare  quelle iniziative ed esperienze che riguardano non solo le persone con disagio psichico, ma anche le loro famiglie, l'ambito lavorativo e abitativo con l'obiettivo dell'accoglienza e dell'integrazione sociale. Il Tavolo Salute Mentale è l’ambito di confronto ed integrazione, con i Dipartimenti di Salute Mentale e le Associazioni del Terzo Settore, sulle tematiche della salute mentale.

Fondo Sociale

Attualmente il Comune di Milano delega ad ASL Città di Milano la programmazione e il finanziamento del fondo degli interventi socio assistenziali nell’area della malattia mentale diretti ai malati psichici in carico ai servizi psichiatrici territoriali delle Aziende Ospedaliere milanesi.
Gli interventi previsti sono: assistenza economica, buoni pasto, cura e riordino dell’ambiente, soggiorni terapeutici di vacanza, rimborso dei tirocini osservativi di carattere propedeutico per un successivo inserimento lavorativo, ricoveri in strutture protette extra-convenzione, rimborso della spesa di gestione dell’ufficio tutele e curatele.
E’ in corso il trasferimento e l’attribuzione delle competenze relative al Fondo Sociale dalla ASL al Comune di Milano.

Trattamenti sanitari obbligatori e vidimazione registri stupefacenti

Il servizio provvede ad ottemperare agli obblighi di legge (lex n. 833/78- art. 33,34,35)in materia di trattamenti ed accertamenti sanitari obbligatori. Il servizio trasmette al Tribunale ed alle Direzioni Sanitarie degli Ospedali, le ordinanze emesse dal Sindaco e tutto quanto connesso ai Trattamenti Sanitari Obbligatori (TSO) ed Accertamenti Sanitari Obbligatori (ASO).
Il servizio presiede inoltre alla vidimazione dei registri di carico e scarico delle sostanze stupefacenti, secondo il DPR n. 309/90.

Residenzialità Leggera

La Residenzialità Leggera risponde al bisogno di completamento di un percorso riabilitativo, capace di conservare o valorizzare le spinte evolutive delle persone con disagio psichico. In tal senso offre l’opportunità di inclusione sociale a persone di età adulta con buona autonomia residua e a persone giovani con fragilità psicologiche autonome e in grado di svolgere i compiti della vita quotidiana, ma bisognose di recuperare le capacità sociali.
L’Amministrazione Comunale è coinvolta nella costruzione di questa alternativa riabilitativa soprattutto per quanto riguarda l’aspetto socio assistenziale, procedendo ad una valutazione socio-economica e riconoscendo l’erogazione della Quota Sociale agli utenti individuati dai Centri Psico Sociali, autorizzati ed inseriti da ASL nel programma di residenzialità leggera, sulla base dei posti da accreditati. Il Comune di Milano svolge costante e specifica attività di monitoraggio, supervisione e verifica, effettua valutazioni/controlli delle iniziative.