Metro Lilla, dal 29 aprile aprono 5 nuove fermate
Metro Lilla, dal 29 aprile aprono 5 nuove fermate

Tutte le notizie

Metropolitane

Metro Lilla, dal 29 aprile aprono 5 nuove fermate

Milano ha la metro fino a San Siro Stadio. Aprono anche le stazioni Domodossola FNM, Lotto, Segesta e San Siro Ippodromo. Per festeggiare, il cavallo di Leonardo in piazzale dello Sport si colora di lilla

Cavallo Leonardo

Milano, 29 aprile 2015 – Dopo le celebrazioni per la riapertura della Darsena di domenica scorsa, è in arrivo un’altra giornata di grande festa per tutti i milanesi. Dal 29 aprile, infatti, come da crono programma in tempo per Expo, la M5 si allunga fino a San Siro Stadio con l’apertura di 5 nuove stazioni: Domodossola FNM, che garantisce la connessione con le Ferrovie Nord, Lotto, che si interscambia con la linea M1, Segesta, San Siro Ippodromo e San Siro Stadio. La "Lilla" è quindi attiva lungo tutta la tratta, da Bignami Parco Nord a San Siro Stadio, per un percorso complessivo di 12,8 km. Entro fine ottobre 2015 saranno aperte le ultime 5 stazioni: Monumentale, Cenisio, Gerusalemme, Tre Torri e Portello. La rete metropolitana milanese passa così da 103 a 108 stazioni e da 92 a oltre 100 chilometri, confermando e consolidando il suo primato nazionale. 

Mercoledì 29 il servizio inizierà alle 11.30 e termina alle 18 nel tratto tra Domodossola e San Siro Stadio. A partire da giovedì 30 aprile il servizio sarà effettuato su tutta la tratta secondo l’orario completo. 

Per festeggiare l’apertura delle nuove fermate, e in particolare di quella di San Siro Ippodromo, il Galoppo si colora di lilla. Fino al 30 aprile, infatti, la tribuna secondaria, di fronte alla quale è situata la Piazza del Cavallo di Leonardo che ospita la grande scultura equestre, sarà illuminata con luci color lilla grazie a 24 proiettori a raggio, che regaleranno una nuova e suggestiva scenografia al cavallo realizzata da Snai, proprietaria del Galoppo, dell’Ippodromo La Maura Trotto e di Montecatini Trotto. 

“Dopo la Casa della Memoria, dopo la Darsena, abbiamo mantenuto un’altra promessa: la M5 arriva a San Siro in tempo per Expo. E’ un successo della città, un successo di tutti, una bella notizia per Milano che rinasce e continua a migliorare”. 

Lo ha affermato Il Sindaco di Milano  Giuliano Pisapia in occasione del viaggio inaugurale.

“La metropolitana fa bene alla città, sempre. Fa bene questa linea Lilla, che è entrata nel cuore dei milanesi. Sono 50.000 a servirsene ogni giorno, e saranno 75.000 con queste nuove stazioni, senza contare i visitatori di Expo. I benefici di una nuova metrò come questa  sono a tutti i livelli, sono permanenti e rendono Milano più attrattiva per tutti:  15 milioni di spostamenti auto in meno, centri nevralgici per la città collegati in pochi minuti, una viabilità più fluida. La Lilla sta già dimostrando che investire su Milano conviene a tutti. Perché genera attrattività per l’Italia. Basta salire su uno di questi treni per capirlo– ha concluso Pisapia -, per apprezzare una città che sa creare, che sa fare un passo avanti in ogni stagione della sua storia”, ha concluso il Sindaco.

“Con queste nuove cinque stazioni la rete metropolitana milanese supera i cento chilometri. Un dato straordinario, che non si riscontra in nessun’altra città del nostro Paese; Milano sul trasporto pubblico è la porta d’Italia verso l’Europa”, ha dichiarato l’ssessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran. “Milano ha tutte le caratteristiche per accogliere al meglio i 20 milioni di visitatori per Expo e molto di quanto è stato pianificato per l’Esposizione resterà alla città per decenni. M5 passa ora il testimone a M4 e le riqualificazioni di superficie che ha portato con sé sono un buon esempio di come alla fine dei lavori i disagi vengono ampiamente ripagati sia dal nuovo servizio sia dalla realizzazione di zone più fruibili. Il mio ringraziamento va alle migliaia di persone che hanno lavorato per realizzare questa nuova importante linea di Milano”.

L'opera, realizzato su disegni originali di Leonardo da Vinci, si trova all’interno del complesso dell’ippodromo del Galoppo dal 1999. L’ippodromo del Galoppo di San Siro risale al 1920, è interamente realizzato in stile Liberty, ed è un monumento di interesse nazionale. Il complesso di San Siro comprende un Parco Botanico, piste di allenamento – di cui una destinata al nuovo Ippodromo del Trotto La Maura, sempre di proprietà di Snai, che sarà inaugurato il 9 maggio prossimo – scuderie, box e infrastrutture, per una superficie pari a 1.399.912 metri quadri. San Siro Galoppo dispone di tracciati per corse in piano, in siepi, steeple chase e cross country. Può ospitare 15.000 spettatori e offre due ristoranti, due bar, un’agenzia di scommesse, un’area betting, parcheggi interni ed esterni. Ospiti e stampa hanno accesso all’esclusiva Palazzina del Peso. Il calendario 2015 prevede oltre 70 giornate di corse, da marzo a luglio e da agosto a novembre. 

 

Mediagallery