Nuove agevolazioni per gli abbonamenti “Senior” di Atm
Nuove agevolazioni per gli abbonamenti “Senior” di Atm

Tutte le notizie

Mobilità

Abbonamenti “Senior” di Atm: nuove agevolazioni

Introdotta una nuova fascia sperimentale con costo ridotto per chi viaggia dalle 9:30 del mattino. Innalzato anche il reddito Isee per poter usufruire dello sconto. Pisapia: “Confermato impegno del Comune per l’equità sociale”. Maran: “Primo passo verso la tariffa personalizzata”

Tram

Milano, 22 settembre 2015 – Nuove tariffe agevolate per i titoli di viaggio Atm denominati “Senior”: oggi la Giunta ha infatti approvato due misure che dal 1° novembre andranno a ridurre il costo dell’abbonamento al trasporto pubblico. 

La prima misura prevede l’introduzione di una nuova tariffa sperimentale legata alla fascia oraria. Queste nuove tipologie di abbonamento, riservate a uomini over 65 e donne over 60, permetteranno di viaggiare sempre, fuori dall’orario di punta del mattino: la validità sarà a partire dalle 9.30 fino al termine del servizio a un costo di 16 euro per il mensile e 170 euro per l’annuale.

La seconda misura deliberata dalla Giunta, che conferma per un ulteriore anno la sperimentazione dei titoli di viaggio legati al reddito Isee, riguarda l’allargamento della fascia a cui verrà garantita l’agevolazione. A poter usufruire dell’abbonamento mensile “Senior” a 22 euro e dell’annuale a 200 euro saranno infatti uomini e donne over 65 con un reddito Isee compreso tra 16.000 e 28.000 euro (ad oggi la fascia è 16.000-20.000 euro). 

Dal 1° novembre le tariffe per gli abbonamenti “Senior” saranno dunque così diversificate: 

- Nuovo abbonamento dalle 9.30 del mattino a fine servizio: mensile a 16 euro, annuale a 170 euro.
- Reddito Isee <16.000: abbonamento annuale gratuito (come stabilito a partire dal 2011). 
- Reddito Isee >16.000 e <28.000 euro: abbonamento mensile a 22 euro, annuale a 200 euro. 
- Reddito Isee >28.000 euro: abbonamento mensile a 30 euro, annuale a 300 euro. 

Il provvedimento, che per l’Amministrazione avrà un costo complessivo di circa 5 milioni di euro da ripartire sugli anni 2015 e 2016, è reso possibile grazie a risparmi legati alla migliorata situazione finanziaria di M5, evidenziata a seguito del market test. 

“Una misura che permette di scegliere quale abbonamento sia più adatto alle proprie esigenze – dichiara il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia – e che allo stesso tempo riduce significativamente il costo dell’utilizzo della rete del trasporto pubblico milanese, la più estesa del Paese e una delle più estese in Europa. L’orario scelto per far partire il nuovo abbonamento va incontro alle esigenze della maggior parte dei viaggiatori di questa fascia di età, che si muovono con i mezzi pubblici principalmente tra le 9.30 e le 10.30. Ricordo poi che negli anni scorsi avevamo già stabilito che gli ‘over 65’ con un Isee sotto i 16mila euro hanno diritto a viaggiare gratuitamente a ogni ora su tutta la rete. Queste scelte confermano l’impegno del Comune sul fronte dell’equità sociale nei confronti di quelle fasce di popolazione che più hanno sofferto in questi anni di crisi economica”. 

“Con questo provvedimento, richiesto anche in passato dal Consiglio comunale, da un lato veniamo incontro alle esigenze di molti milanesi – ha aggiunto l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran –, dall’altro introduciamo per la prima volta, sul modello di grandi città come Berlino, Monaco, Amburgo, Londra, Sydney e Singapore, una tariffa personalizzata che favorisce chi viaggia nelle ore meno trafficate. È una misura che sta funzionando molto bene all’estero e che apre la strada a nuove forme di sperimentazione tariffaria. Penso a un futuro in cui nella Città metropolitana si potrà viaggiare con tariffe personalizzate, in base ai tragitti e alle possibilità economiche di chi utilizza i mezzi pubblici. Questo è un primo passo importante”.