In Comune 160 domande per contributo filtro antiparticolato
In Comune 160 domande per contributo filtro antiparticolato

Tutte le notizie

Ambiente

In Comune 160 domande per contributo filtro antiparticolato

Firmato oggi il protocollo sulla qualità dell’aria. Granelli: “Bene il protocollo ma servono risorse per i FAP e per potenziare il trasporto pubblico nei giorni di blocco del traffico”

contributi_emissioni_trasporto_merci

Milano, 24 ottobre 2016 – Il bando non è ancora chiuso ma al Comune sono giunte 160 domande per il contributo per l’installazione del filtro antiparticolato sui veicoli trasporto merci alimentati a diesel.

Le 160 domande di adesione corrispondono a 331 veicoli (18 Euro 0; 13 Euro 1; 73 euro 2; 208 euro 3; 19 euro 4) per un totale di 1.191.600 euro.

“Un successo dovuto alla procedura di adesione semplice – dichiara l’assessore alla Mobilità e Ambiente Marco Granelli - e anche alla pubblicità che hanno fatto le associazioni di categoria presso i propri associati, segno che l’installazione del filtro antiparticolato è un bisogno sentito dai trasportatori della Lombardia. Oggi - continua Granelli - abbiamo aderito al Protocollo sulla qualità dell’aria promosso da Regione e ANCI Lombardia e confermiamo tutti gli impegni presi nei confronti dei cittadini per tenere sotto controllo le emissioni di polveri inquinanti. Chiediamo però alla Regione un passo avanti ulteriore, aiuti i Comuni nell’erogazione di contributi ai cittadini e nel rafforzare il trasporto pubblico locale nei giorni di blocco del traffico. Noi abbiamo appena messo sul tavolo 1 milione di euro e siamo pronti a rifinanziare il bando”.

Sul tema della qualità dell’aria a Milano è stata raggiunta in questi giorni la quota dei 35 giorni di superamento dei livelli di PM 10 consentita ed è la prima volta che si arriva al 35° giorno in questo periodo dell’anno. Anche analizzando l'intera sequenza temporale dal 2002, quando sono iniziati i controlli, da qualche anno si registra un generale e continuo calo dei giorni  e dei livelli di sforamento. Contribuiscono al miglioramento numerosi elementi, fra questi, l'evoluzione del parco auto e delle caldaie, la diffusione del teleriscaldamento, una nuova linea della metropolitana - la 'lilla' -, Area C, la diffusione di comportamenti virtuosi da parte dei cittadini che utilizzano mezzi più sostenibili come la bicicletta negli spostamenti e sempre di più il trasporto pubblico.