Accessibilità tram, dal Comune 12 milioni di euro per le fermate
Accessibilità tram, dal Comune 12 milioni di euro per le fermate

Tutte le notizie

Trasporto pubblico

Accessibilità tram, dal Comune 12 milioni di euro per le fermate

tram

Milano, 27 marzo 2018 - "L'amministrazione ha stanziato 12 milioni di euro per l'accessibilità di sette linee tramviarie, e tra queste anche la 24 - dichiara l'assessore alla Mobilità Marco Granelli con riferimento alla notizia della sentenza del TAR sulla necessità per il Comune di Milano di adeguare le fermate della linea tranviaria 24. - Inoltre ATM ha deliberato l'acquisto di 50 nuovi vetture di tram a pianale ribassato per 150 milioni di euro. Per noi rendere accessibile a tutti il trasporto pubblico è una priorità altrettanto importante della sostenibilità ambientale. Per questo gli investimenti sono significativi e la tabella di marcia stringente".

In particolare per la riqualificazione e l'adeguamento alla normativa per le persone con disabilità di tutte le fermate delle line tranviarie T e cioè la linea 24 (quartieri Romana, Stadera, Vigentino), 4 (Niguarda, Ca’ Granda, Maciachini, Fontana, Farini, Porta Volta), 9 (Stazione Centrale, Porta Nuova, Porta Venezia, Monforte, Romana, Ticinese), 12 (Roserio, Quarto Oggiaro, Cagnola, Simonetta, Porta Volta, Brera, XXII Marzo, Cailvairate-Molise), 27 (XXII Marzo, Corsica, Forlanini, Mecenate, Ungheria) sono stati finanziati dall'amministrazione interventi per 9 milioni di euro con fondi del 2016. I lavori sono stati affidati ad ATM e inizieranno a dicembre.

Inoltre saranno riqualificate e rese accessibili con lavori eseguiti direttamente dal Comune le fermate delle linee tranviarie 2 (quartieri Bovisa, Derganino, Fontana, Farini, Porta Volta, Broletto, Carrobbio, Ticinese, San Cristoforo, Ronchetto) e 16 (San Siro, De Angeli, Magenta, Guastalla, Calvairate-Molise) con interventi per 3 milioni di euro e i lavori inizieranno il prossimo giugno.

Sempre in tema di accessibilità è stato finanziato l'acquisto di 50 tram a pianale ribassato per 150 milioni di euro dei quali 90 milioni sono stati messi dal Governo e i restanti da ATM. Tale acquisto è attualmente in fase di gara.