Dalla Giunta le linee di indirizzo per i nuovi bandi
Dalla Giunta le linee di indirizzo per i nuovi bandi

Tutte le notizie

Galleria Vittorio Emanuele II

Dalla Giunta le linee di indirizzo per i nuovi bandi

Definite le procedure di assegnazione ad evidenza pubblica per le concessioni in scadenza. Tasca: "Rispettati interesse pubblico e iniziativa privata"

Galleria

Milano, 6 dicembre 2016 – Approvate le linee di indirizzo dei bandi pubblici per l’assegnazione di due spazi ad uso bar e ristorazione in Galleria Vittorio Emanuele II. La Giunta, tenuto conto del parere dell’Autorità nazionale anti corruzione (ANAC), ha deciso di procedere alla definizione dei bandi pubblici per l’assegnazione dei locali attualmente in uso al bar ‘Il salotto’ e al ristorante ‘La locanda del Gatto rosso’, con contratti in scadenza a fine 2016.

Nei bandi verrà mantenuta la destinazione d’uso ad attività bar e ristorazione assistita, coerente con il principio della salvaguardia del mix merceologico della Galleria. Gli spazi saranno aggiudicati secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e, come indica ANAC, senza l’applicazione della clausola della preferenza in favore del concessionario uscente, come inizialmente proposto dall’Amministrazione comunale.

Sarà prevista la presentazione di un’offerta economica più alta rispetto al canone a base d’asta, ma anche di un’offerta tecnica che preveda la salvaguardia dei livelli occupazionali e l’apertura al pubblico anche nei giorni festivi. La Giunta infatti intende continuare nel processo di valorizzazione degli spazi della Galleria migliorando l'attrattività e allargando la fruibilità anche nelle ore serali. I centri storici delle grandi capitali europee sono luogo di incontro e di cultura per cittadini e visitatori per gran parte della giornata e Milano intende condividere questa finalità.

“La Galleria è un simbolo per Milano e tale vuole rimanere ampliando la propria capacità di accoglienza e di ristoro durante l’arco della giornata - sottolinea l'assessore al Bilancio e al Demanio Roberto Tasca -. Le linee guida adottate costituiscono un importante presupposto per proseguire l’opera di valorizzazione in modo equilibrato, combinando l’interesse pubblico e l’iniziativa privata e rispettando gli indirizzi amministrativi indicati dall’ANAC. Le future sentenze del TAR, che speriamo giungano presto, ci consentiranno di proseguire con definitiva chiarezza nel processo di assegnazione anche per le prossime scadenze”.