Rossi Bernardi: “Milano all'avanguardia nelle biotecnologie"
Rossi Bernardi: “Milano all'avanguardia nelle biotecnologie"

Tutte le notizie

Ricerca e innovazione

Rossi Bernardi: “Milano all'avanguardia nelle biotecnologie"

I più recenti progressi nello sviluppo dei nuovi farmaci biotecnologici sono stati presentati oggi a Palazzo Marino nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato esperti di livello internazionale, che dirigono a Milano alcune tra le più importanti istituzioni universitarie, di ricovero e cura

Milano, 15 marzo 2011 - I più recenti progressi nello sviluppo dei nuovi farmaci biotecnologici sono stati presentati oggi a Palazzo Marino nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato esperti di livello internazionale, che dirigono a Milano alcune tra le più importanti istituzioni universitarie, di ricovero e cura. I campi della biotecnologia in cui si registrano i progressi più significativi sono la cura dei tumori e delle malattie gravemente invalidanti quali il morbo di Parkinson e la sclerosi a placche, come hanno spiegato i professori Pierotti, Pellicci e Comi.

L’incontro stampa si è svolto in concomitanza con il congresso Milano Bio Europe Spring, in corso fino a domani presso la Fiera di Milano, dove si stanno confrontando 1835 partecipanti provenienti dai settori industriali e accademici di 47 paesi. Patrocinato dal Comune di Milano e organizzato da Ebd Group, Milano Bio Europe Spring è il più importante appuntamento europeo dedicato allo sviluppo e all’applicazione delle biotecnologie nel settore della salute umana, veterinaria e nell’area agroalimentare.

“L’industria delle biotecnologie - ha affermato l’assessore alla Ricerca, Innovazione e Capitale Umano, Luigi Rossi Bernardi – si sta sviluppando molto rapidamente in Italia e conta circa 200 industrie, della quali circa il 50% concentrato a Milano. La nostra Città è riconosciuta capitale di studio dei farmaci oncologici e ha forti tradizioni anche nella scoperta di nuovi antibiotici. Sono queste le motivazioni che hanno portato a Milano questo grande convegno europeo. Il Presidente di Farmindustria Sergio Dompè, intervenuto con una relazione al convegno, ha sottolineato il forte contributo innovativo dell’industria farmaceutica italiana, di cui le biotecnologie rappresentano il settore più avanzato. L’impatto sulla salute e l’importanza economica di questo settore è testimoniato dai 235 nuovi farmaci in corso di sviluppo clinico in Italia. Si tratta di un’industria – conclude l’assessore – su cui occorre puntare per assicurare la leadership di Milano in un settore di grande rilevanza economica oltre che sanitaria”.