Da riqualificazione di via Barsanti nascerà il primo Gattoparco
Da riqualificazione di via Barsanti nascerà il primo Gattoparco

Tutte le notizie

Urbanistica

Via Barsanti, dalla riqualificazione nascerà il "Gattoparco"

Sarà il primo in Italia. Nell'intervento complessivo saranno edificati circa 6.700 metri quadrati di residenze, di cui 400 in edilizia convenzionata e 800 di uffici e negozi di prossimità. Recuperata anche un'area verde adiacente al parco Baden Powell

gattoparco

Milano, 20 gennaio 2016 – La ristrutturazione di due storiche palazzine comunali per realizzare spazi di aggregazione e servizi legati al mondo della bicicletta, la bonifica di un’area verde abbandonata da anni, e la nascita del primo ‘Gattoparco’ d’Italia. Sono i più importanti benefici assicurati dal Piano Integrato d’Intervento - recentemente approvato dalla giunta di Palazzo Marino - riguardante le aree tra via Barsanti, via Autari e Ripa di Porta Ticinese.

Il progetto prevede la riqualificazione di tutta la zona, con l’edificazione di circa 6.700 metri quadrati di residenze, 400 metri quadrati di edilizia convenzionata e 800 metri quadrati di uffici e negozi di prossimità. Quale dotazione di servizi il piano prevede inoltre: la sistemazione della viabilità, con l’allungamento di via Autari e il suo collegamento a via Lombardini; il recupero edilizio e funzionale delle due palazzine di proprietà comunale in Ripa di Porta Ticinese, complessivamente di 600 metri quadrati, dove sorgeranno nuovi spazi e servizi riguardanti il mondo delle due ruote; la bonifica di un’area verde dismessa di 6.400 metri quadrati adiacente al parco Baden Powell, dove – secondo quanto richiesto anche dal Consiglio di Zona 6 – nascerà un giardino condiviso, per il quale è già stato presentato e approvato un progetto sperimentale di gestione da parte dell’associazione ‘Gatto viziato’.

“La creazione di nuovi spazi pubblici si dimostra il filo rosso con cui l’amministrazione prosegue nella sua opera di valorizzazione del territorio. Grazie alla collaborazione con i privati – dichiara l’assessore all’Urbanistica, Alessandro Balducci – recupereremo due vecchi edifici comunali e bonificheremo un’area dismessa da molti anni, rendendoli aperti e fruibili con progetti davvero innovativi. Milano continua ad essere una città modello, che sperimenta nuove pratiche per riqualificare il tessuto urbano”.

“Gli spazi pubblici, vero tessuto connettivo per la città e preziosa infrastruttura per le comunità, hanno bisogno di funzioni che siano qualificanti. In questa direzione – aggiunge Gabriele Rabaiotti, presidente del Consiglio di Zona 6 - abbiamo lavorato insieme alle associazioni del quartiere pensando a nuovi servizi legati al mondo della bicicletta e al primo parco dedicato ai gatti”.