Polizia Locale, a Milano il campionato europeo di tennis
Polizia Locale, a Milano il campionato europeo di tennis

Tutte le notizie

Dal 13 al 18 settembre

Polizia Locale, a Milano il campionato europeo di tennis

Una manifestazione per promuovere sport, corretta alimentazione e antidoping che si svolgerà presso il Tennis Club Milano Alberto Bonacossa di Via Arimondi 15

Uspe

Milano, 14 settembre 2015 – Dal 13 al 18 settembre Milano ospita 17 delegazioni internazionali di Polizia locale per i campionati di tennis che si svolgono presso il Centro Sportivo Bonacossa. Il torneo è anche l’occasione per promuovere sport, corretta alimentazione e antidoping con un seminario che si svolge a Expo e per consegnare le Civiche Benemerenze all'associazione che riunisce le Polizie locali europee.

Oltre 100 atleti parteciperanno al torneo internazionale di tennis con le delegazioni sportive internazionali di Austria, Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Cipro, Danimarca, Francia, Germania, Regno Unito, Italia, Lussemburgo, Monaco, Norvegia, Romania, Slovacchia, Svizzera, Ungheria che saranno a Milano fino alla finale del 18 settembre.

Le Polizie locali, come le altre forze di Polizia, hanno una lunga tradizione sportiva che ha permesso, fin dai primi anni del '900, di esprimere atleti di grandissimo livello: una realtà che conta complessivamente centinaia di migliaia di aderenti nel mondo.

Anche il Gruppo Sportivo e Ricreativo (Gsrpm) della Polizia locale di Milano con 3000 iscritti e oltre 700 atleti attivi in diverse discipline sportive come calcio, nuoto, pallavolo, sci, tiro, ping pong, maratona, ciclismo, motociclismo, pesca, tennis, tiro con l’arco è associato all’Union Sportive des Polices d’Europe (USPE) che comprende 40 nazioni con i relativi gruppi sportivi di Polizia e Polizia locale attraverso l’Associazione Sportiva delle Polizie Municipali d’Italia (Aspmi).

Oltre all'attività sportiva l’Uspe ha promosso a livello Europeo una campagna per combattere la pratica del doping, in particolare tra le nuove generazioni. Una sfida raccolta anche nella Milano di Expo dove il tema della  corretta alimentazione e sella pratica dello sport come terapia di vita vengono approfonditi un incontro nella sede dell’esposizione internazionale.

Inoltre da quest'anno la Polizia locale, impegnata dal 2006 nelle scuole per educare alla legalità, si dedicherà anche all'antidoping con 30 istruttori che incontreranno i giovani dalle scuole primarie alle scuola secondarie di secondo grado.

Sono 130 gli istruttori di Polizia locale che ogni anno incontrano 55 mila studenti  affrontando, oltre all’educazione stradale, anche temi specifici come i reati informatici, bullismo e cyberbullismo, regole e convivenza civile, dipendenze coinvolgendo anche le famiglie. Nel 2014 hanno incontrato 91 scuole ed effettuato circa 200 corsi incontrando complessivamente 9.679 studenti dalle elementari alle superiori.

“Siamo felici di ospitare a Milano proprio il campionato di tennis, dopo l'esaltante vittoria di due italiane agli open di New York di sabato. Ma siamo in prima linea non solo con lo sport: raccogliamo l'esempio di Uspe e ci dedicheremo anche noi a promuovere sana alimentazione e sana competizione agli studenti, grazie ai nostri agenti da sempre impegnati nelle scuole milanesi” dichiara Antonio Barbato vice comandante della Polizia locale.

“Siamo felici di avere qui, con Expo, i delegati delle Polizie locali d'Europa per un confronto che va ben oltre la competizione sportiva e che è l'occasione discutere di legalità, alimentazione e antidoping per portare questi temi nelle scuole” dichiara Marco Granelli assessore alla Sicurezza e Coesione sociale, Sicurezza.