In sala Bertarelli la mostra “Storie scritte e storie incise” omaggia Luigi Bartolini
In sala Bertarelli la mostra “Storie scritte e storie incise” omaggia Luigi Bartolini

Tutte le notizie

Castello sforzesco

In sala Bertarelli la mostra “Storie scritte e storie incise” omaggia Luigi Bartolini

La mostra, a ingresso gratuito, copre l’intera produzione incisoria dell’artista

storie_scritte_storie_incise

Milano, 4 febbraio 2016 – È stata inaugurata oggi alle ore 19:30 al Castello Sforzesco la mostra “Storie scritte, storie incise. Omaggio a Luigi Bartolini”, promossa e organizzata dal Comune di Milano, in collaborazione con l’Associazione Amici di Leonardo Sciascia e la Fondazione Federica Galli, e allestita dal 5 febbraio al 4 marzo 2016 nella Sala conferenze della Raccolta delle stampe “Achille Bertarelli”.

La mostra verrà inaugurata in concomitanza con la premiazione dei primi tre classificati del “Premio Leonardo Sciascia Amateur D’estampes”, il concorso internazionale giunto all’ottava edizione e istituito per ricordare l’attenzione riservata dallo scrittore Leonardo Sciascia all’incisione originale e per fare scoprire l’incisione anche al grande pubblico. Luigi Bartolini, protagonista del focus al Castello, è infatti uno degli incisori prediletti di Sciascia.

La rassegna, curata da Giovanna Mori, conservatore della Raccolta delle stampe “Achille Bertarelli”, presenta un percorso nell’opera incisoria di Luigi Bartolini (Cupramontana, Ancona, 1892 – Roma 1963), che accosta una consistente selezione delle opere dell’autore di proprietà della Raccolta a un nucleo di incisioni di proprietà privata, coprendo l’intera produzione incisoria dell’artista, dalle prime prove degli anni Dieci, come ‘Bosco ceduo’, fino a realizzazioni più tarde come ‘La finestra di fronte’.

La guida alla mostra, corredata dall’elenco delle opere esposte e dalle relative immagini, sarà consultabile all’indirizzo http://www.graficheincomune.it
La Raccolta delle stampe “Achille Bertarelli” fu aperta al pubblico nel 1927, per valorizzare l’eccezionale raccolta di 300.000 stampe che il collezionista Achille Bertarelli (1863-1938) aveva donato al Comune di Milano alcuni anni prima. Grazie soprattutto a un inedito criterio collezionistico, Bertarelli fu l'iniziatore delle indagini italiane riferite all'iconografia popolare e alla stampa documentaria quale formidabile strumento di conoscenza.

Oggi la Raccolta delle stampe “Achille Bertarelli”, grazie a numerose donazioni ed acquisti, conta circa un milione di esemplari e rappresenta un’istituzione forse unica al mondo per la varietà delle opere possedute, che coprono tutti gli aspetti della storia dell’incisione.

 

INGRESSO LIBERO
ORARIO: dal martedì alla domenica, ore 9:00-17:30
INFORMAZIONI: +39 02 884 67778 – 63660
www.milanocastello.it - www.comune.milano.it/museiemostre
c.infocastello@comune.milano.it