Milano amica degli insetti, arriva il progetto “Impollina-MI”
Milano amica degli insetti, arriva il progetto “Impollina-MI”

Tutte le notizie

Verde

Milano amica degli insetti, arriva il progetto “Impollina-MI”

Assessora Bisconti: “Permettere alla natura di entrare in città. Dopo le aiuole e i prati fioriti con questa iniziativa stimoliamo ulteriormente la biodiversità”

Milano, 5 marzo 2016 – “Sapessi come è strano farsi impollinare a Milano”. E, in effetti, immaginare la città come un’oasi per gli insetti impollinatori può sembrare un azzardo. In realtà da diversi anni tutte le grandi metropoli si stanno dotando di aree specifiche a protezione della biodiversità per tutelare i pronubi, ovvero insetti come imenotteri (api), coleotteri (maggiolini), lepidotteri (farfalle).
Nasce così “Impollina-MI” un progetto di Fondazione Cariplo e cooperativa sociale Eliantus con la partecipazione attiva del Comune di Milano.

L’Amministrazione andrà infatti ad individuare alcune aree verdi cittadine (parchi, giardini zonali, aiuole) dove creare oasi specifiche di piante come gimnosperme ed angiosperme che consentano di sviluppare comunità di insetti durevoli e che al contempo svolgano una funzione divulgativa per la cittadinanza.

“Permettere sempre più alla natura di entrare in città - dichiara l’assessora al Verde Chiara Bisconti - con tanti interventi diversi e paralleli. Abbiamo in questi anni sviluppato decine di migliaia di metri quadri di verde per favorire e difendere la biodiversità, anche in un contesto urbano. I prati a semina mista nei parchi, che permettono anche tre fioriture all’anno, favorendo così le comunità di insetti. Le aiuole perenni, dove diverse specie possono trovare rifugio. E gli stessi ‘corridoi verdi’ lungo alcuni assi tramviari possono rivelarsi molto importanti per la difesa di alcune specie. Partecipiamo con interesse a questo progetto che sono sicura incuriosirà molti milanesi”.

Il progetto, appena varato, vedrà da subito le prime iniziative con la creazione di alcune “oasi fiorite” in città entro la primavera. Ma il senso dell’intera operazione è quello di innescare un processo di partecipazione attiva al processo che prosegua anche dopo la fine del progetto.

Si tratta infatti di aumentare il livello di sensibilizzazione e di educazione della cittadinanza verso l’importanza di spazi verdi naturali; ecco perché sono previsti anche una serie di incontri e di lezioni aperte al pubblico sulle tecniche di realizzazione del verde e sull’importanza che la realizzazione di un verde ecosistemico ha per una città come Milano dove saranno coinvolte anche le scuole.
E’ prevista infine anche la realizzazione di un manuale destinato agli urbanisti per la creazione e la manutenzione di verde urbano ad alta biodiversità e adatta a insetti impollinatori.