Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Home > Come fare per > Pagare tasse e tributi > TARES> Tares: informazioni generali

Tares: informazioni generali

A decorrere dal 1 gennaio 2013 è istituita la TARES,  il nuovo tributo comunale annuale (in sostituzione della TARSU) sui rifiuti e sui servizi, che copre i costi relativi al servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani e dei rifiuti assimilati ed i costi relativi ai servizi indivisibili.
La Tares, disciplinata dall’art. 14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n.201,  convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214 e successive modifiche, è dovuta da chiunque occupi o detenga locali ed aree scoperte a qualsiasi uso adibiti.

Utilizzo temporaneo dei locali
In caso di utilizzi temporanei di durata non superiore a sei mesi (183 gg.) nel corso dello stesso anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal proprietario o dal titolare di diritti reali di godimento dell’immobile (usufrutto, uso, abitazione, superficie) e non dall’utilizzatore.

Aree scoperte
Sono escluse dalla tassazione le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali ad uso domestico e le aree comuni condominiali di cui all’art. 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.
Sono, invece, soggette a tassazione le aree scoperte operative.

Disciplina

La Tares è disciplinata da Regolamento ed è applicata in base a tariffa calcolata ad anno solare (dal 1 gennaio al 31 dicembre di ciascun anno). Le tariffe Tares sono commisurate alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie calpestabile, in relazione agli usi e alla tipologia di attività svolte e in funzione della omogeneità nell’attitudine alla produzione di rifiuti.

Alla tares si applica l’addizionale provinciale, pari al 5% del tributo, da corrispondere alla Provincia per l’esercizio delle funzioni amministrative collegate alla tutela, protezione ed igiene ambientale.


Inoltre alla tariffa Tares si applica una maggiorazione pari a 0,30 euro per metro quadro, riservata allo Stato e versata in unica soluzione con l’ultima rata del tributo, utilizzando il modello F24, codice tributo 3955.

Modalita' di presentazione delle denunce

Solo per l’anno 2013, tutte le denunce, comprese quelle per  nuova occupazione, cessazione e variazione,  vanno presentate entro il 20 gennaio 2014 .

A regime le denunce devono essere presentate entro 60 giorni dalla data di inizio dell’occupazione o detenzione dell’immobile, cessazione, variazione, o dall’evento che determina il beneficio di riduzioni.

Utenze domestiche

La denuncia deve essere presentata:

  • nel caso di residenti, dall’intestatario della scheda anagrafica

  • nel caso di non residenti, dimoranti per almeno 6 mesi nell’anno solare,  dall’occupante a qualsiasi titolo

  • nel caso di dimora per meno di 6 mesi all’anno, dal proprietario o dal titolare di usufrutto o altro diritto reale sull’immobile.

Nel caso di persone giuridiche, titolari di utenze domestiche condotte per meno di 6 mesi l’anno, la denuncia deve essere presentata dal legale rappresentante.

Modalità di presentazione
La denuncia, compilata in tutti i campi e sottoscritta, può essere trasmessa:

a) via fax ai numeri: 02.884.54101 / 54193 / 54197 54039.
In tal caso si considerano presentate nel giorno di ricezione

b) con raccomandata A/R indirizzata a:
Comune di Milano
Settore Finanze e oneri tributari
via S. Pellico 16, 20121 Milano
In tal caso si considerano presentate nel giorno di spedizione

c) presso Ufficio Protocollo del Settore Finanze e oneri tributari, via S. Pellico, 16 o Protocollo Generale del Comune di Milano, via Larga, 12 -  dalle ore 8,30 alle ore 15,30 dal lunedì al venerdì

d) Utilizzando la propria casella di posta certificata, all’indirizzo Protocollo@postacert.comune.milano.it.


Utenze non domestiche

Per le utenze non domestiche, la denuncia va presentata dal soggetto legalmente responsabile dell’attività che in esse si svolge.

Per gli edifici in multiproprietà e per i centri commerciali integrati, le dichiarazioni devono essere presentate dal gestore dei servizi comuni.

Modalità di presentazione
La denuncia va recapitata al Comune:

a) utilizzando la propria casella di posta certificata, all’indirizzo Protocollo@postacert.comune.milano.it

b) Con raccomandata A/R indirizzata a:
Comune di Milano
Settore Finanze e oneri tributari
via S.Pellico 16, 20121 Milano

 

Allegati

Collegamenti

 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina