Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Graduatorie e bandi

Bando ERP

Per avere una casa popolare a canone sociale e moderato è necessario partecipare ai bandi di assegnazione, aperti a tutti i cittadini. Per accedere alla graduatoria, se si è in possessso dei requisiti di legge, è sufficiente presentare la domanda una sola volta, a meno di cambiamenti delle situazioni famigliari che potrebbero variare la posizione.
Il Regolamento Regionale n. 1/2004 relativo ai criteri di assegnazione e alla gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP) prevede che gli alloggi in affitto a canone sociale e moderato vengano assegnati attraverso un bando di assegnazione pubblico e una conseguente graduatoria aggiornata semestralmente. Tutta la normativa sull’abitare pubblico a Milano è definita da leggi della Regione Lombardia.
Il 30 maggio 2014 si è chiuso il Bando Casa (1° semestre 2014) per l’assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica. La relativa graduatoria è in fase di elaborazione.

Il nuovo bando semestrale è stato publicato il 15/04/2014. Il termine di consegna della domanda di partecipazione è scaduto il 30/05/2014.


Il Comune di Milano dispone anche di alcuni alloggi a canone convenzionato in edifici di proprietà, che vengono assegnati sempre tramite bando pubblico e secondo i criteri allegati agli specifici bandi. Non ci sono attualmente bandi comunali dedicati a questo tipo di canone.

Altri tipi di Bandi (Bandi Diversi)

Esistono bandi specifici su nuove costruzioni edificate da privati, in convenzione con il Comune di Milano. In questi nuovi edifici è possibile che una quota degli alloggi sia riservata a canoni sociali, moderati e convenzionati. Questi bandi sono gestiti direttamente dai soggetti attuatori.
Attualmente è attivo il progetto Cenni di Cambiamento di cui è prevista la chiusura dei bandi a canone convenzionato con patto di futura vendita entro il 2013. Per maggiori informazioni  potete scaricare l'allegato informazioni e accesso alle graduatorie è possibile andare sul sito dedicato al progetto nella sezione link utili.  Non ci sono attualmente bandi diversi dedicati a questi tipi di canone. La graduatoria si riaggiorna ogni sei mesi con le nuove domande depositate e quelle già esistenti. A meno di importanti e improvvisi cambiamenti della condizione non è necessario ripresentare domanda ad ogni semestre. Nel caso invece che si verificasse l’ipotesi sopracitata, è possibile seguire l’iter per una richiesta in deroga alla graduatoria ERP ed essere ricollocati in apposita e differente graduatoria. Non ci sono attualmente bandi comunali dedicati a questo tipo di canone.

Deroga alla graduatoria

Nella eventualità che una famiglia:
- si trovi nella condizione di dovere forzatamente lasciare l’alloggio per sfratto (escluso sfratto per morosità da un alloggio ERP e/o di occupazione abusiva),
- abbia un soggetto ultrasessantacinquenne o handicappati gravi e non dispongano di altra abitazione o di redditi sufficienti ad accedere all’affitto di una nuova casa,
- debba lasciare l’alloggio a seguito di eventi imprevisti quali incendi, terremoti, crolli,
-  necessiti di una urgente sistemazione abitativa anche a seguito di gravi eventi lesivi dell’integrità psico-fisica e personale, con particolare riguardo alle donne e ai minori
- sia priva di alloggio o si trovi in un alloggio antigienico o in un alloggio improprio

può presentare una istanza in deroga alla graduatoria di bando.
L’istanza si presenta direttamente al comune, presso di uffici del Settore Assegnazione Alloggi di ERP.
Per presentare l’istanza è necessario essere in possesso degli stessi requisiti di accesso all’Edilizia Residenziale Pubblica necessari per partecipare al bando e trovarsi in una delle condizioni sopra indicate.
Le istanze in deroga sono valutate da una apposita Commissione consultiva, che esprime un parere favorevole o contrario all’accoglimento.
Se l’istanza in deroga viene accolta si provvederà all’assegnazione di un alloggio indipendentemente dalla posizione di bando; se l’istanza in deroga viene respinta rimane comunque valida la domanda di partecipazione al bando.
Vedi anche nella sezione collegamenti: ho lo sfratto, ho un’emergenza sanitaria in casa, ho subito un evento catastrofico, ho un’emergenza sociale

Commissione Consultiva

L’art. 14, co. 5 del vigente Regolamento Regionale 1/2004 per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, prescrive che “I Comuni con più di 20.000 abitanti istituiscono una Commissione Consultiva costituita da esperti, indicati anche dalle parti sociali, dalle associazioni di rappresentanza dell’utenza e dall’Aler locale, per le assegnazioni in deroga”.

La Commissione Consultiva di cui all’art.14 è stata costituita con determinazione Dirigenziale n. 9 del 31.1.2012 e in data 12.11.2012 il Consiglio Comunale ha approvato con la Deliberazione n. 52, il Regolamento per l’istituzione e il funzionamento della Commissione Consultiva stessa.

Infine, con Determinazione Dirigenziale n.1 del 9.1.2013 sono stati nominati i componenti della Commissione. I loro nominativi sono contenuti nella Determinazione Dirigenziale stessa e i loro curricula sono visibili, insieme ai provvedimenti citati, nella sezione “Allegati”.

 

 

Allegati

Collegamenti

 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina