Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Home > News >Archivio News 2007-2011 >Sindaco > Rogoredo, la Porta Sud di Milano

Passante Ferroviario

Rogoredo, la Porta Sud di Milano

Inaugurata la stazione che collega le Linee S, la M3 e la rete di FS. Il Sindaco Moratti: "Il capoluogo lombardo diventa così nodo di una piattaforma europea di trasporto". Alla cerimonia il ministro per le Infrastrutture Matteoli, il sottosegretario Castelli, il presidente della Regione Formigoni, l'ad di FS Moretti e gli assessori comunali Croci e Simini
L'inaugurazione della stazione di Rogoredo come "stazione-porta" dela Passante ferroviario
“Milano diventa nodo centrale di una grande piattaforma da cui passano tutti i corridoi europei. Tutti i punti nodali della città metropolitana passeranno per questa stazione”.

Sono state le parole del Sindaco di Milano Letizia Moratti, che questa mattina con il Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli,  il Sottosegretario alle Infrastrutture, Roberto Castelli, il presidente della Regione, Roberto Formigoni e l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, ha inaugurato il nuovo tratto del Passante ferroviario che, in 15 minuti, collega Porta Garibaldi con Rogoredo. Erano presenti anche l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci e quello ai Lavori Pubblici Bruno Simini.

Il tempo per collegare porta Garibaldi alla stazione di Rogoredo è adesso di quindici minuti. Il nuovo passante ferroviario collega la quarta delle “stazioni-porta” di Milano: Rho Fiera a Ovest, Pioltello a Est, Monza a Nord e Rogoredo a Sud. Da oggi, salgono a 20 le stazioni che compongono la rete delle "Linee S". Si tratta di stazioni di interscambio dove sono presenti tutti i tipi di servizio ferroviario: veloce, regionale, suburbano e a Rho Fiera e Rogoredo, anche metropolitano.

“La stazione che inauguriamo oggi – ha detto il Sindaco Letizia Moratti – ha una capacità di trasporto elevata, una frequenza di treni significativa, favorisce ad un alleggerimento del traffico  cittadino e alla creazione di una Porta Sud che entra nella città”.

“Con il l’allungamento del passante di 3,5 chilometri – ha proseguito il Sindaco - diamo l’opportunità a tutti coloro che vengono dal bacino Nord, di non doversi fermare in città per andare verso Sud. Inoltre rappresenta la spina dorsale del nostro territorio”.

“Per Milano – ha concluso Letizia Moratti - questa realizzazione ha molti significati anche in vista dell’Expo 2015. L’apertura della porta Sud consentirà il collegamento diretto dei treni per Pavia, Cremona, Mantova e altre città della Lombardia. Ricordo che già oggi questo tratto da la possibilità ad 80mila passeggeri di poter viaggiare”.

“Posso dire che siamo assolutamente in grado di mantenere le promesse” ha detto l’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. “Tra cinque mesi – ha proseguito - ci sarà l'inaugurazione di Milano Centrale restaurata e del tratto servito dall'Alta velocità Milano-Bologna. Questo che presentiamo oggi è uno degli interventi più importanti della mobilità milanese. Oltre al passante abbiamo messo a punto tutta la stazione di Rogoredo. Ci sarà traffico locale, parte merci e treni ad alta velocità. Un progetto di specializzazione del nodo di Milano”.

Per il Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli è necessario ”snellire le procedure per le opere infrastrutturali, ma allo stesso tempo non togliere i controlli. Per questo voglio precisare che non è mia intenzione toglierli”. “L’importante – ha concluso il Ministro - è arrivare a uno snellimento delle procedure. Da parte delle ferrovie deve esserci un lavoro anche per il collegamento con i nostri porti, soprattutto per quanto riguarda il traffico delle merci”.

"La situazione dei trasporti nel milanese - ha detto il presidente della Lombardia Formigoni - costituisce un'emergenza nazionale, a causa di una densità abitativa altissima che non trova adeguata corrispondenza nella rete di trasporto. Una rete - ha precisato - che risulta addirittura inferiore a quella di altre città italiane: 75 km per milione di abitanti contro i 110 di Napoli, i 144 di Roma e una media nazionale di 323. Ogni giorno, per trasportare a Milano circa 800mila city user, si muovono circa 500mila automezzi: i costi e gli impatti sulla mobilità sono troppo elevati. Per non parlare delle merci".

(14/07/2008)


Un momento della cerimonia di inaugurazione

segue Seguono aggiornamenti alla notizia
 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina