Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Progetto per la pedonalizzazione

A piedi sui Navigli

Croci: "Tra gli obiettivi dell’intervento rientrano la riqualificazione urbana e paesaggistica dell’area, la fruizione esclusiva da parte dei pedoni e dei ciclisti, l’eliminazione degli elementi di degrado, l’inquinamento locale, la sosta irregolare e la disomogeneità dell’arredo urbano"
Alzaia Naviglio Grande
Milano, 21 novembre 2008 - “L’isola pedonale permanente sui navigli renderà più bella e vivibile quest’area della città. L’eliminazione del traffico veicolare sulle tre alzaie darà spazio a pedoni e biciclette e porterà a un miglioramento complessivo della qualità ambientale, tenuto conto dei positivi risultati ottenuti con la zona a traffico limitato e con l’isola estiva”. Lo ha annunciato l’assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente Edoardo Croci presentando in Commissione Consiliare il progetto definitivo di pedonalizzazione dei Navigli.
Nella definizione degli interventi saranno coinvolti, oltre al Consiglio comunale e i Consigli di zona, anche i rappresentanti del commercio e dei residenti.

A favore della pedonalizzazione si era già espressa la maggioranza dei residenti della zona. Tra i principali obiettivi dell’intervento rientrano la riqualificazione urbana e paesaggistica dell’area, la sua fruizione esclusiva da parte dei pedoni e dei ciclisti, l’eliminazione degli elementi di degrado causato dalla congestione dei veicoli, l’inquinamento locale, la sosta irregolare e la disomogeneità dell’arredo urbano.

I fondi già messi a disposizione dal Comune nel 2008 ammontano a 6 milioni di euro, di cui 1,8 per il consolidamento delle sponde dell’Alzaia Naviglio Pavese (da Gorizia a Gola) e 4,2 per le opere di riqualificazione. Circa 10 milioni di euro sono già stati investiti per il consolidamento delle sponde dell’Alzaia Naviglio Grande e per il consolidamento delle passerelle di Casale, Corsico e Neera.

Le aree che saranno oggetto di riqualificazione si dividono in zone a traffico limitato e aree pedonali: le aree a vocazione pedonale saranno: l’Alzaia Naviglio Grande (da Gorizia a Valenza), Vicolo Lavandai, via Corsico, Ripa di Porta Ticinese (da Gorizia a Paoli e da Beltrandi a Naviglio), Alzaia Naviglio Pavese (da Magolfa a Darwin) e via Magolfa (da Fusetti all’Alzaia Naviglio Pavese).    
La aree Ztl invece saranno: via Casale, Ripa di Porta Ticinese (da Fumagalli a Valenza), (con ZTL serale e notturna), Alzaia Naviglio Pavese (da Gorizia a Magolfa), via Gola (da Alzaia Naviglio Pavese a Pichi), via Borsi (dall’Alzaia Naviglio Pavese a Pichi).
Inoltre, per Sistema Magolfa, Fusetti, Argelati, Sistema Paoli, Ripa di Porta Ticinese e Fumagalli è prevista la zona a traffico limitato solo serale e notturna per tutelare i residenti da rumore e traffico.

L’accesso all’area pedonale sarà consentito solo a residenti e dimoranti che posseggono un box o uno spazio di sosta in cortili interni e, ovviamente, ai pedoni e ciclisti. Nelle ztl saranno ammessi i taxi: il sistema è stato studiato in modo tale da garantire una ragionevole accessibilità alle auto pubbliche nei pressi di tutte le località pedonali.
La futura isola pedonale è attualmente caratterizzata da una buona copertura del servizio di trasporto pubblico locale: l’intera area è infatti raggiungibile in 5 minuti a piedi dalle fermate dei mezzi Atm. In zona sono infatti presenti la linea 2 della metropolitana (con le fermate Porta Genova e Romolo), il filobus 90-91, i tram 2, 3, 9, 14 e i bus 47, 59, 71, 74, 169 e 325.

In prossimità dell’area è facile arrivare anche in auto e parcheggiare: ci sono già 19 strutture, tra parcheggi e autorimesse, di cui 15 private e 4 in attuazione del Programma Urbano Parcheggi (PUP) per un totale di 3.134 posti macchina. Il PUP prevede inoltre la realizzazione di 4 nuove strutture per un totale di 1.638 posti, di cui 1.162 pubblici e 476 destinati ai residenti.

Nell’area dei Navigli sono presenti 236 attività commerciali, di cui 153 punti vendita in sede fissa, che operano in 10.546 metri quadrati e 83 pubblici esercizi in 7.619 mq. Le attività commerciali rappresentano circa il 60 per cento del totale, un dato che evidenzia la forte presenza e diffusione del commercio nell’area dei Navigli; trainante il ruolo dei pubblici esercizi, che rappresentano il 40 per cento delle attività e il 45 per cento delle superfici operative nella zona.



  Non si prevedono aggiornamenti alla notizia
 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina