Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Home > News >Tutte le notizie >Notizie di Zona >Zona 4 > Giornata della memoria

Zona 4

Giornata della memoria

Milano, 23 gennaio 2013 - Le diverse iniziative in zona 4 collegate al "giorno della memoria"

Domenica 27 gennaio 2013 - Paolo Tomelleri Quartet per Anpi Rogoredo per il Giorno della Memoria ore 15,30.
Presso il Circolo Mondini di via Freikofel 1 ore 15,30. Verranno eseguite musiche Jazz risalenti agli anni ’40 e ‘50 e arrangiamenti di arie di Giuseppe Verdi intervallate da letture sul tema della Deportazione nei campi di sterminio interpretate dall’attore Alberto Fasoli.
 
Martedì 29 gennaio - Memoria per il futuro: Anpi Calvairate allo Spazio Tertulliano ore 21.
Spettacolo/concerto dal titolo “Memoria per il futuro” in occasione del Giorno della Memoria Teatro Spazio Tertulliano di via Cadolini, 19.
Un concerto/spettacolo di recitazione e musica , per ricordare l’orrore del nazismo e del fascismo, la persecuzione e lo sterminio razziale e politico, la lotta e la vittoria della democrazie contro l’oppressione e la follia delle “razze superiori”.
vedi la locandina  dell’iniziativa

Martedì’ 29 Gennaio 2013 alle ore 12.00Giardini di Piazzale Martini: Si terrà la manifestazione per la posa del cippo commemorativo in ricordo di Alfredino Winter ,di 9 anni, deportato  ad Auschwitz e lì ucciso il 30 giugno 1944 solo perché di origine ebraica
vedi la locandina  dell’iniziativa


Venerdi 1 febbraio - SHOAH spettacolo teatrale a cura di Tangiro - ore 21. Teatro della XIV via Oglio 18
Shoah è un testo che prende spunto da scritti ed opere di diversi autori, come Kressmann Taylor (Destinatario Sconosciuto) Iona Oberski (Anni d’infanzia) Etty Hilesum (Le lettere) Adolf Hitler (Mein Kempf) Andre Brissaud (Storia segreta della Gestapo) per studiare ed approfondire il tema dell’olocausto da diverse angolature.
L’asse portante dello spettacolo è la storia due ragazzi: (Martin, di origine tedesche) e (Max, ebreo americano) che avviano con successo una galleria d’arte a San Francisco e sono molto uniti. Martin rientra in Germania nel periodo della conquista del potere da parte di Hitler. Poco alla volta viene affascinato dall’ideologia nazista, fino a staccarsi dal vecchio amico Max. Il loro rapporto lentamente si incrina e un colpo di scena chiude la storia in maniera imprevedibile.
vedi la locandina  dell’iniziativa



  Non si prevedono aggiornamenti alla notizia
 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina