Seguici su twitter  
Seguici su facebook

Home > Come fare per > Per muoversi in e fuori città > Sosta e Parcheggi> Contrassegno di sosta per residenti e dimoranti

Contrassegno di sosta per residenti e dimoranti

Informazioni generali

Il contrassegno di autorizzazione alla sosta "Pass" per residenti e dimoranti a Milano dà diritto a sostare nei posteggi riservati ai residenti nel proprio ambito zonale.

La possibilità di ottenere il Pass per residenti è estesa anche a coloro che sono proprietari di un box.

Il Consiglio comunale, con Deliberazione n. 31 del 23 luglio 2013 ha introdotto nuove disposizioni in materia di sosta, alcune delle quali riguardano i pass rilasciati ai cittadini residenti e ai cittadini domiciliati (dimoranti in unità immobiliari ad uso abitativo all'interno di  un determinato ambito di sosta, che abbiano residenza anagrafica al di fuori del Comune di Milano).

Attenzione: l'art. 94, comma 4-bis, del Codice della Strada, introdotto dall'art. 12, comma 1, let. a) della legge n. 120/2010, prevede nuove disposizioni in materia di variazione della denominazione o delle generalità dell'intestatario della carta di circolazione e di intestazione temporanea di veicoli.

Si raccomanda di leggere attentamente il paragrafo del presente documento dedicato ai richiedenti che non sono intestatari di veicolo.

Pass per Cittadini residenti a Milano per veicoli di proprietà del richiedente o di un altro componente del nucleo familiare anagrafico

Il Pass per residenti viene rilasciato per ciascun veicolo di proprietà del richiedente o di un altro componente del nucleo famgliare anagrafico munito di patente. Viene rilasciato un solo pass per patente/auto.

Se nel nucleo familiare vi è un numero di auto superiore al numero di patenti intestate ai componenti il richiedente dovrà dichiarare per quale auto intende richiedere il pass.

La documentazione da presentare è la seguente:

a) modulo richiesta del pass sottoscritto dall'interessato ("richiesta pass residenti intestatari del veicolo" in allegato in fondo alla pagina) 
b) originali e fotocopie delle patenti in corso di validità intestate ai componenti del nucleo familiare;
c) originale e fotocopia del libretto di circolazione di ciascun veicolo per cui si richiede il Pass;
d) se il proprietario è un componente del nucleo familiare anagrafico:  occorre compilare  il modulo “richiesta pass residenti non intestatari del veicolo" e allegare la "dichiarazione componente nucleo familiare intestatario veicolo” (in allegato in fondo alla pagina) e la fotocopia del documento di identità del componente.

La documentazione può  essere inviata:

- via fax al n. 02.772.72340

- via email alla casella: DSC.AnagrafePass@Comune.Milano.It

- via posta alla sede di Via Larga 12 - Ufficio Gestione Pass (info tel. 02.02.02)

Il Pass verrà spedito a casa del richiedente.

Oppure, la richiesta di Pass può essere fatta (anche contestualmente alla richiesta di cambio di residenza) presso qualsiasi sede anagrafica decentrata o presso il Salone di Via Larga n.12.

Al momento della richiesta verrà rilasciato un Pass provvisorio della durata di 6 mesi. Il Pass verrà spedito a casa e avrà durata di 3 anni.

Alla scadenza dei sei mesi, in attesa del pass definitivo, per non incorrere in una multa, è possibile chiedere un ulteriore pass provvisorio della durata di sei mesi.

Alla scadenza triennale del pass, se non sono cambiate le condizioni di residenza e titolarità del veicolo, il nuovo pass verrà spedito direttamente a casa tramite posta.

Pass per Cittadini domiciliati a Milano ma residenti al di fuori del Comune di Milano e Pass per Cittadini iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (A.I.R.E.) per veicoli di proprietà del richiedente o di un componente del nucleo familiare anagrafico nel proprio comune di residenza

I Cittadini domiciliati a Milano e residenti in altro comune e i Cittadini iscritti all'Anagrafe Italiana Residenti all'Estero (A.I.R.E.), che sono titolari  di patente possono ottenere il Pass per il proprio veicolo e per un veicolo di proprietà di un componente del nucleo familiare anagrafico nel comune di residenza.

Ai fini del rilascio e rinnovo dei contrassegni i cittadini domiciliati devono inoltrare al Settore Servizi al Cittadino apposita istanza utilizzando la modulistica "richiesta pass dimoranti intestatari del veicolo" (in allegato in fondo alla pagina). 

Se l'auto è di proprietà occorre compilare il modello "richiesta pass dimoranti intestatari del veicolo", (in allegato in fondo alla pagina), allegando copia della patente in corso di validità, copia del libretto di circolazione del veicolo, copia del titolo regolarmente registrato a scopo esclusivamente abitativo di unità immobiliare e copia delle bollette relative alle utenze domestiche.

Nel caso di auto di proprietà di componente del nucleo familiare anagrafico nel proprio comune di residenza occorre compilare il modulo “richiesta pass dimoranti  non intestatari del veicolo" e allegare la "dichiarazione componente nucleo familiare intestatario veicolo” (in allegato in fondo alla pagina) di cessione della stessa in uso esclusivo a favore del domiciliato e allegare  la copia del documento d'identità del componente intestatario. 

Il pass per la sosta dei cittadini domiciliati ha validità annuale e conserva la sua efficacia fino alla fine del mese successivo alla scadenza, ma al rinnovo si terrà conto della scadenza originaria del contrassegno.

Costo del pass: - Euro 250,00 (duecentocinquanta/00)

Il pagamento è da effettuarsi con una delle seguenti modalità:

a) mediante bonifico bancario su conto corrente c/c 009134207823 - iban IT34D0306901783009134207823 - con causale "pass domiciliati per targa n ..........", attestabile con ricevuta riportante numero CRO;

b) in contanti allo Sportello Anagrafe;

c) in contanti o con assegno circolare intestato al Comune di Milano, presso la Civica Tesoreria.

La fotocopia della ricevuta del pagamento effettuato mediante bonifico o presso la Civica Tesoreria deve essere consegnata allo sportello contestualmente all'istanza.

La documentazione può essere inviata:

- via fax al n. 02.772.72340

- via email alla casella: DSC.AnagrafePass@Comune.Milano.It

- via posta alla sede di Via Larga 12 - Ufficio Gestione Pass (info tel. 02.02.02)

Il Pass verrà spedito a casa del richiedente.

Il Pass può essere richiesto anche presso qualsiasi sede anagrafica decentrata o presso il Salone di Via Larga 12, presentando la documentazione sopra indicata. In questo caso il rilascio è immediato.

Sostituzione o acquisto di nuova auto

In caso di sostituzione del veicolo per il quale è stato rilasciato il contrassegno o acquisto di una nuova autovettura, occorre rivolgersi presso qualsiasi sede anagrafica decentrata o presso il Salone di Via Larga n.12 (in questo caso il rilascio è immediato) presentando la modulistica in allegato in fondo alla pagina in base alla casistica :

a) fotocopia della patente e del libretto di circolazione della nuova auto (o attestato provvisorio in attesa del libretto)
b) eventuale pass precedente in originale nel caso in cui l’auto dimessa fosse già provvista di pass
c) se il proprietario è un componente del nucleo familiare anagrafico occorre compilare e  allegare il modello “dichiarazione componente nucleo familiare intestatario del veicolo”.

Nel caso di cittadino domiciliato in possesso di un precedente pass in corso di validità, per la richiesta di sostituzione al medesimo indirizzo, non è necessario produrre nuovamente la documentazione relativa all'abitazione.

Attenzione: escluso i casi di furto o smarrimento, il rilascio di nuovi contrassegni è sempre subordinato alla restituzione dei vecchi pass (anche se scaduti) in possesso del richiedente.

La documentazione può inoltre essere inviata:

- via posta alla sede di Via Larga 12 - Ufficio Gestione Pass (info tel. 02.02.02)

Il Pass verrà spedito a casa del richiedente.

 

Pass per i richiedenti che non sono intestatari del veicolo

I Cittadini residenti o domiciliati a Milano possono ottenere il Pass anche se il veicolo utilizzato non è di proprietà, ma è nella disponibilità del richiedente nei seguenti casi:

Comodato: nel caso in cui l’intestatario della carta di circolazione conceda in comodato l’utilizzo del proprio veicolo al richiedente il pass, il comodatario ha l’obbligo di darne comunicazione alla competente Motorizzazione (vedi collegamento in alto a destra) richiedendo l’aggiornamento della carta di circolazione. SONO ESENTATI DA TALE OBBLIGO i componenti del nucleo familiare anagrafico.

INTESTATARI LEGITTIMATI A CONCEDERE A TERZI VEICOLI  IN COMODATO: i soggetti titolati, in qualità di intestatari della carta di circolazione a concedere a terzi l’utilizzo del veicolo a titolo di comodato possono essere esclusivamente:
• il proprietario;
• il locatario, nell’ipotesi di leasing, previo assenso del locatore;
• l’usufruttuario;
• l’acquirente, nell’ipotesi di acquisto con patto di riservato dominio, previo assenso del venditore.
Tale precisazione vale anche ad escludere la possibilità che il comodatario possa a sua volta concedere ad altro soggetto l’uso del veicolo (subcomodato).

USO DEL VEICOLO DA PARTE DEL COMODATARIO: la Motorizzazione emette un tagliando di aggiornamento nel quale viene annotato il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza del comodatario, nonché la scadenza del comodato ed è apposta la dicitura: “Comodato – Intestazione temporanea effettuata ai sensi dell’art. 94, comma 4-bis, Codice della Strada”.

Il pass per la sosta verrà rilasciato dietro presentazione della patente (originale e fotocopia), del modulo di richiesta del pass sottoscritto dall'interessato (richiesta pass residenti non intestatari del veicolo o richiesta pass dimoranti non intestatari del veicolo,  in allegato in fondo alla pagina)   e  della copia della carta di circolazione con il tagliando di aggiornamento. Il pass avrà validità triennale per i cittadini residenti e annuale per i cittadini domiciliati (o durata inferiore legata alla durata del comodato in entrambi i casi).


1. Comodato di veicoli aziendali:
a. Veicoli di proprietà di Case Costruttrici concessi in comodato a soggetti esterni alla struttura organizzativa d’impresa per esigenze di mercato o di rappresentanze connesse a particolari eventi;
b. Veicoli in disponibilità di Aziende (comprese le Case Costruttrici) o di Enti (pubblici o privati),  a titolo di proprietà, di acquisto con patto di riservato dominio, di usufrutto, di leasing o di locazione senza conducente che vengono da queste concessi in comodato d’uso gratuito ai propri dipendenti. 
La Motorizzazione rilascia un’attestazione di avvenuta annotazione nell’Archivio Nazionale dei veicoli.

Il pass per la sosta verrà rilasciato dietro presentazione della patente e del libretto della vettura (in originale e fotocopia), del modulo di richiesta del pass sottoscritto dall'interessato (richiesta pass residenti non intestatari del veicolo o richiesta pass dimoranti non intestatari del veicolo, in allegato in fondo alla pagina) e della copia dell’attestazione di avvenuta annotazione. Il pass avrà validità triennale per i cittadini residenti e annuale per i cittadini domiciliati.

2. Locazione senza conducente: in caso di locazione di veicoli senza conducente è obbligatoria la comunicazione finalizzata all’ aggiornamento dell’Archivio Nazionale dei Veicoli, senza necessità di emissione del tagliando di aggiornamento della carta di circolazione.
La Motorizzazione rilascia, in tempo reale, unicamente una ricevuta attestante l’assolvimento di detto obbligo e contiene l’indicazione:
- del nominativo del locatore;
- delle generalità del locatario e della sua residenza (anche estera), se si tratta di persona fisica;
Il pass per la sosta verrà rilasciato unicamente per locazioni di durata superiore a 6 mesi, dietro presentazione della patente, della carta di circolazione (originale e fotocopia), del modulo di richiesta del pass sottoscritto dall'interessato (richiesta pass residenti non intestatari del veicolo o richiesta pass dimoranti non intestatari del veicolo, in allegato in fondo alla pagina) e della copia della ricevuta. Il pass avrà validità triennale per i cittadini residenti e annuale per i cittadini domiciliati.

3. Utilizzo del veicolo intestato al de cuius: nel caso di veicolo intestato a nome di persona deceduta che, nelle more dell’acquisizione della titolarità del bene in capo agli eredi, venga da uno di questi utilizzato, la Motorizzazione rilascia un tagliando di aggiornamento da applicare sulla carta di circolazione nel quale è annotato il  nome, il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza dell’erede che utilizza il veicolo ed è apposta la dicitura: “Intestazione temporanea a nome dell’erede effettuata ai sensi dell’art. 94, comma 4-bis, Codice della Strada”.
Il pass per la sosta verrà rilasciato dietro presentazione della patente (originale e fotocopia) e  della copia della carta di circolazione con il tagliando di aggiornamento, del modulo di richiesta del pass sottoscritto dall'interessato (richiesta pass residenti non intestatari del veicolo o richiesta pass dimoranti non intestatari del veicolo, in allegato in fondo alla pagina). Il pass avrà validità triennale per i cittadini residenti e annuale per i cittadini domiciliati.

4. Utilizzo di veicoli con contratto “Rent to buy” (affitto a riscatto): la Motorizzazione rilascia un tagliando di aggiornamento da applicare sulla carta di circolazione nel quale è annotato il nome, il cognome, il luogo e la data di nascita e la residenza dell’utilizzatore, nonché la scadenza del contratto e la dicitura “Rent to buy” – intestazione temporanea effettuata ai sensi dell’art. 94, comma 4 bis, Codice della Strada”.
Il pass per la sosta verrà rilasciato dietro presentazione della patente (originale e fotocopia) e della copia della carta di circolazione con il tagliando di aggiornamento (originale e fotocopia), del modulo di richiesta del pass sottoscritto dall'interessato ( richiesta pass residenti non intestatari del veicolo o richiesta pass dimoranti non intestatari del veicolo, in allegato in fondo alla pagina).

All’atto della richiesta verrà rilasciato un pass provvisorio della durata di sei mesi. Successivamente verrà recapitato a casa il pass definitivo avente la medesima scadenza del comodato indicato sulla carta di circolazione (o durata inferiore legata alla durata del contratto di “rent to buy”).


 

Attivazione della sosta regolamentata nei nuovi ambiti: cosa fare?

Quando l'Amministrazione dispone l'attivazione di un nuovo ambito di sosta regolamentata sul territorio cittadino si procede prima di tutto con la tracciatura della segnaletica orizzontale e verticale nella zona individuata (strisce blu e relativi cartelli). Nota Bene: durante il periodo di tracciatura della segnaletica non vengono elevate contravvenzioni alle auto in sosta. Per l'attivazione effettiva della regolamentazione della sosta occorre sempre attendere la pubblicazione delle relative ordinanze del Sindaco.

Almeno un mese prima dell'attivazione della sosta regolamentata nel nuovo ambito il Settore Servizi al Cittadino procede con l'invio automatico via posta dei pass provvisori ai residenti. Per ricevere il pass provvisorio in modo automatico occorre essere:

a) residenti in un civico compreso nell'ambito di sosta regolamentata

b) titolari di una patente in corso di validità

b) proprietari di un veicolo registrato al PRA (con esclusione dei motocicli)

Le verifiche sulla titolarità della patente e sulla proprietà del veicolo vengono effettuate incrociando i dati anagrafici dei residenti con le banche dati della Motorizzazione Civile e del Pubblico Registro Automobilistico.

Nel caso in cui risultino più veicoli intestati a un singolo cittadino, si procede con la verifica dell'esistenza di altri familiari conviventi titolari di patente, emettendo tanti pass quante sono le patenti possedute dai componenti del nucleo familiare. Se il numero dei veicoli intestati ai componenti del nucleo familiare supera il numero delle patenti in corso di validità restano esclusi dall'emissione del pass i veicoli più vecchi.

Ricevendo il pass provvisorio il titolare può rivolgersi agli sportelli anagrafici per segnalare eventuali errori e per sostituire il pass indicando una targa di un diverso veicolo di cui è proprietario.

Per l'auto aziendale, in leasing o in comodato l'emissione del pass non avviene in modo automatico: occorre recarsi presso qualsiasi sportello anagrafico con patente, libretto della vettura (in originale e fotocopia) e la documentazione indicata nel paragrafo dedicato ai richiedente non intestatari del veicolo. All’atto della richiesta verrà consegnato un pass provvisorio (della durata di sei mesi) e successivamente verrà recapitato a casa quello definitivo della durata di tre anni.

Autovetture immatricolate in paesi extra UE

Per poter richiedere il pass sosta per un'autovettura immatricolata in un paese non appartenente all'Unione Europea (es. Svizzera) l'utilizzatore deve dichiarare di aver ottemperato a quanto previsto dalla normativa in  materia, e in particolare dall'art. 561 del reg. (CEE) n.2454/93.

All'atto della richiesta, pertanto, sarà necessario compilare un'apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, ai sensi dell'art.47 del D.P.R. n.445/2000, attestando l'avvenuto adempimento degli obblighi sopra citati (in allegato in fondo alla pagina: Modulo dichiarazione Dogana_Auto).  

 

 

Allegati

Collegamenti

 
Note legali e privacy | Credits inizio pagina